Nessuno può uccidere nessuno. Mai. Nemmeno per difendersi.

 


La democrazia italiana è morta di Mircea Meti
  • La democrazia italiana è morta. Oggi è solo una corporocrazia.
    Lo Stato è spartito e gli individui sono sottomessi al sistema delle corporazioni. Il cui unico interesse è espandersi come un cancro nel corpo vivo della società
  • La democrazia italiana è morta. Oggi è solo una califfocrazia.
    Le corporazioni, oggi dominus dello Stato, sono a loro volta dominate da una guerra fra califfati. Scaramucce per bande o tribù che hanno assimilato l'Italia all'Afghanistan (armi a parte, per ora).
  • La democrazia italiana è morta. Oggi è solo una nazione capitalcomunista.
    Del comunismo ha preso l'idea che lo Stato deve prevalere su tutto e l'individuo non conta nulla, che i guadagni vanno versati per oltre la metà allo Stato;
    che ogni atto deve essere sottoposto ad approvazione di funzionari, che lo spionaggio interno sia un mezzo politico giusto;
    che i mass media sono al servizio del regime, e che c'è sempre qualche norma che permetta al potere di incarcerare chi vuole.
    Del capitalismo ha preso l'idea che pagando si può ottenere qualunque cosa (dai figli adottivi, alle leggi ad hoc, all'eutanasia);
    che finanzieri e banchieri sono i signori da cui tutto dipende e che godono di un apposito salvacondotto giudiziario;
    che l'immigrazione è un esercito di riserva capace di sostituire una classe lavoratrice tacitata con la cassa integrazione;
    che la disoccupazione è un toccasana per il controllo dei salari.
  • La democrazia italiana è morta. Oggi è solo una dittatura video-fiscale.
    Lo Stato ha realizzato l'incubo orwelliano e prima ancora il panopticon di Bentham; con il sistema di videosorveglianza; con il controllo fiscale, bancario e del contante; con Echelon, Carnivore e Prism inventati dall'impero ma usati a piene mani da noi. Ricordati che quando sei con l'amante una telecamera ti registra, i funzionari del fisco lo sanno attravreso il controllo bancario e fiscale, e lo sa anche la CIA, mediante il controllo del tuo telefono e del tuo pc.
  • La democrazia italiana è morta. Oggi è solo una vittima dell'Inquisizione.
    Un magistrato inquirente intercetta le tue telefonate, poi ti accusa di qualcosa, ti fa arrestare, ti sputtana su tutti i media facendo circolare telefonate e documenti, ti tiene in galera per un po' in modo che tu sia processato dalla piazza. Non importa se sarai assolto o condannato dai magistrati giudicanti. In ogni caso l'inquirente non pagherà, ma sarà promosso.
  • La democrazia italiana è morta. Oggi è solo una colonia dell'impero Usa e della UE.
    L'Italia è un Paese iscritto ai clubs della NATO e della UE per avere il privilegio di inchinarsi, inginocchiarsi e servire.