Nessuno può uccidere nessuno. Mai. Nemmeno per difendersi.

 


La crisi perpetua come strumento di potere