Letture per insegnanti da tutta la comunità PSICOPOLIS
La pedagogia liberadora (inserito il 8/11/2008) di Andrés Remberto Pauro Quispe
La genial escuela cubana, liderada por la Universidad de La Habana, ha permitido estudiar y analizar doce tendencias pedagógicas contemporáneas. Todas éstas tienen bondades fabulosas para cambiar, mejorar y ubicar mejor la práctica pedagógica. Estudiar y analizar cada una de ellas requiere amplitud de mente y mucha abstracción. De las doce tendencias, se ha elegido la tendencia pedagógica liberadora de Manuel Zúñiga Camacho (Perú) y Paulo Freire (Brasil).

Apprendere indipendentemente (inserito il 15/6/2007) di Robin Good
La nuova generazione di studenti, quelli nati nell'era di Internet, ha cominciato a frequentare il sistema scolastico mondiale con un insieme di tratti caratteristici e di interessi nei riguardi dell'apprendimento diversi rispetto ai loro predecessori. Questo stato di cose rappresenta una sfida reale per le istituzioni educative. Gli studenti della Net Generation arrivano infatti al sistema educativo con il forte desiderio di imparare e di capire, spesso sviluppato durante una precedente esposizione alla rete ed ad esperienze personali di auto-apprendimento, un auto apprendimento guidato dalle scoperte, dalle ricerche personali e dal pensiero critico maturato sul Web.

ADHD: malattia o artefatto? (inserito il 15/6/2007)
Di fronte ad ogni argomento che abbia componenti tecniche, ognuno di noi può fare una scelta: delegare la decisione agli 'esperti' ' dicendo a se stesso: perché io non ne capisco abbastanza ' o acquisire la conoscenza necessaria e decidere con la propria testa. Se la tua scelta è la seconda e preferisci essere tu a decidere, allora questo opuscolo è scritto proprio per te. Buona lettura.

Urban School Restructuring and Teacher Burnout (inserito il 15/6/2007)
Urban School Restructuring and Teacher Burnout Understanding and Preventing Teacher Burnout Staff "Burnout" in Child Care Settings ANNI PRECEDENTI LA SINDROME DEL BURNOUT TRA GLI OPERATORI DELLA SANITÀ Il burnout (dal punto di vista spagnolo) Burnout en estudiantes universitarios Burn-Out in sanità: sindrome da stress o malattia professionale? PREVENIRE LA SINDROME DA BURNOUT

La formazione della cittadinanza (scaricabile) (inserito il 15/6/2007) di Marielisa Muzi
... Alla base di una qualunque riflessione sulla formazione della cittadinanza, vi sono le sollecitazioni provenienti dalle letture sull argomento svolte in ambito filosofico, storico e giuridico. Ha anche giocato un ruolo decisivo l adesione personale a uno stile di riflessione che ha accomunato e tuttora unisce molteplici studiosi dell educazione degli adulti: uno stile di pensiero caratterizzato dall impegno civile nei confronti della riflessione teorica sulla formazione. E un modo impegnativo di concepire la ricerca educativa sia sul piano intellettuale che su quello operativo; deriva dall assunzione di una formula che induce a misurarsi congiuntamente sia con i problemi politici ed educativi del presente sia con la progettazione utopica del futuro. Tale impegno obbliga la ricerca a incorporare le dimensioni complementari del tempo e dello spazio in un modello educativo capace di farsi carico non soltanto di interpretazioni pertinenti dal punto di vista scientifico, ma anche di soluzioni, sul piano politico, civile e umano, adeguate a produrre non solo l' integrazione ma anche l emancipazione dei soggetti in formazione. Nelle opere degli studiosi che hanno dato vita nel nostro Paese all educazione degli adulti a partire dal secondo dopoguerra ad oggi si coglie un impegno costante, pure se modulato in modo diverso secondo le sollecitazioni che provengono dai differenti contesti politici e culturali di riferimento, volto a misurasi con i problemi del presente e ad offrire una soluzione adeguata ai bisogni degli individui e delle collettività.

Educare all'odio (inserito il 14/6/2007) di Valentina Pisanty
Difesa della Razza", la rivista più nota del razzismo fascista, uscita con cadenza quindicinale dall’agosto 1938 al giugno 1943 sotto gli auspici del Ministero della Cultura Popolare. Nata con l’intento di dare una legittimazione scientifica al razzismo e all’antisemitismo, "La difesa della razza" rappresenta un caso particolarmente vistoso delle aberrazioni che possono scaturire dall’intreccio tra "educazione" e persuasione.

L'istruzione dei bambini (inserito il 14/6/2007) di M.K. Gandhi
Questo testo del 1929 è una delle sintesi più efficaci del pensiero di Gandhi sull'educazione. L'aspetto che più colpisce è la scarsa considerazione che il Mahatma sembra avere per la formazione letteraria, che è al centro del nostro sistema educativo. Per Gandhi leggere e scrivere è solo una delle capacità che fanno un uomo; un'altra, fondamentale, è la capacità di lavorare manualmente; più importante di tutte, però, è la formazione morale. Quella di Gandhi è, per dirla con Pestalozzi, un'educazione del cuore, della mano e della mente.

Dopo il Ritalin, Prozac anche per i bambini dagli 8 anni (inserito il 14/6/2007) di Gian Piero Leoni
Questo libro trae la sua origine da un corso di sensibilizzazione psichiatrica che si è tenuto negli undici comuni della Valceresio, del cui servizio psichiatrico ero il responsabile, nel periodo dal maggio 1999 al settembre 2000. L’avevo allora chiamato “Corso di psichiatria di base” perché intendevo fornire, in tal modo, quegli strumenti minimali, appunto “di base”, necessari ma anche sufficienti per potersi a grandi linee orientare in un mondo molto complesso come quello delle malattie e dei disturbi psichici. Si trattava di un classico esempio di lavoro nel Territorio, in un’epoca nella quale il lavoro nel Territorio conservava ancora una certa importanza nella psichiatria lombarda, anche se importanza ridotta rispetto ad alcuni anni prima. quando si riteneva che compito primario di un servizio psichiatrico territoriale fosse quello di agire come un volano che mettesse in moto forze che lo travalicassero

Ricerche specializzate: educazione, animazione, lavoro sociale (inserito il 6/6/2007)
Motori di ricerca specializzati per cercare su temi specifici

Bloom's taxonomy (inserito il 6/6/2007)
Misura le tue capacità prima e dopo la formazione Facilitation Skills for Interpersonal Transformation Bloom's taxonomy Sulla Formazione Universitaria degli Psicologi New horizons for learning Connectivism: A Learning Theory for the Digital Age Teaching and Learning Strategies

Non etichettare tuo figlio: ascoltalo! (inserito il 30/5/2007) di Gian Piero Leoni (a cura di)
Corte d’Appello di Firenze: condannata la psichiatra dott. Marazziti (equipe del prof. Cassano) che ha sperimentato un potente psicofarmaco su di una bambina senza informare i genitori. Un precedente importante in Italia per la difesa del diritto al consenso informato ed alla libertà di scelta terapeutica. “Abbiamo avuto giustizia”, dichiara la madre della bambina. “Fatti gravissimi, giustamente perseguiti” commenta la titolare della 1° Cattedra di Psichiatria dell’Università “La Sapienza”

Understanding and Preventing Teacher Burnout (inserito il 30/5/2007) di Teri Wood, Chris McCarthy
Many teachers find the demands of being a professional educator in today's schools difficult and at times stressful. When work stress results in teacher burnout, it can have serious consequences for the health and happiness of teachers, and also the students, professionals, and families they interact with on a daily basis.

Condizione e cultura giovanile nella società e nella scuola (inserito il 30/5/2007) di Luciano Corradini
Gli studenti sono preadolescenti, adolescenti e giovani, più o meno disponibili a cercare, a scoprire e accettare i ruoli, i compiti e i fini connessi con l’esperienza scolastica. E i docenti sono adulti più o meno attrezzati a riconoscere nel loro ruolo una funzione antropologica e storica importante e a identificare i fini che possono/debbono raggiungere nella scuola, attraverso le risorse di cui dispongono. Gli uni e gli altri elaborano, nella relazione, l’idea e l’ideale di sé e dell’interlocutore. Un iniziale sguardo sociologico sui giovani aiuta a compiere questa elaborazione, che qui si considera da un punto di vista pedagogico, perché riguarda il miglioramento del processo educativo e dei suoi risultati. Il dialogo fra docenti e studenti deve reggersi nella scuola sui “quattro pilastri dell’educazione” di cui parla il Rapporto Delors dell’UNESCO: “imparare a conoscere, imparare a fare, imparare a vivere insieme, imparare ad essere”(1). Nonostante i vincoli, qualcosa si è fatto nella scuola per valorizzare anche gli ultimi due pilastri, solitamente trascurati. Con l’autonomia si può fare di più e costruire sui 4 pilastri la scuola del nuovo secolo.

701 e-learning tips (e-book) (inserito il 13/12/2006)
Chapter 1: Getting Started: The ABC’s of “e” Chapter 2: Strategic Planning vs. Leading Willy Nilly Chapter 3: So Many Choices, So Little Time- Contract, Procurement & Negotiation Chapter 4: Content, Content (Not To Mention Content)…How To Best Design & Deliver It. Chapter 5: The Learning Tools & Technology Tsunami – Will You Sink Or Swim? Chapter 6: Global & Cultural Perspectives - How NOT To Get Lost In Translation Chapter 7: Still Learning After All These Years (and So You Should Be!) Chapter 8: In Recognition & Rewards We Trust Chapter 9: Testing Here, External Testing There,Quality Assurance Everywhere

Experiential Learning Cycles (inserito il 13/12/2006)
'Experiential learning' can apply to any kind of learning through experience. 'Experiential learning' is often used by providers of training or education to refer to a structured learning sequence which is guided by a cyclical model of experiential learning. Less contrived forms of experiential learning (including accidental or unintentional learning) are usually described in more everyday language such as 'learning from experience' or 'learning through experience'.

Il mito dell'istruzione (inserito il 13/12/2006) di Intervista di David Cayley
Come è nato Deschooling Society (Descolarizzare la società)? Inizialmente avevi fiducia nella struttura scolastica tradizionale? No, ho sempre ritenuto che la scuola rispondesse alle esigenze di altri. Sono cresciuto senza una educazione scolastica formale. A sei anni, quando le lingue che conoscevo erano il francese, l'italiano e il tedesco, mia madre voleva iscrivermi a una scuola di Vienna, una scuola molto buona dove per i bambini era già in uso la pratica dei test. E questi decretarono che ero un bambino ritardato. Il che fu per me un grande vantaggio perché così potei stare per due anni nella biblioteca di mia nonna, leggere i suoi romanzi e cercare nei dizionari tutte quelle cose interessanti che possono eccitare la curiosità di un bambino dispettoso di sette anni. A scuola sono andato, ma a intervalli irregolari. Quando avevo otto anni, per esempio, venne improvvisamente deciso che avrei dovuto imparare il serbo-croato per prepararmi a un esame che mi avrebbe consentito di andare a scuola in Yugoslavia, dove mio padre aveva un qualche incarico ufficiale. Così imparai la lingua da un professore, un certo Ivanovich, che m'insegnò cose molto interessanti sulle modalità iterative e re-iterative del serbo-croato. In realtà non ho mai imparato a parlare la lingua, ma alla fine fui più o meno pronto per andare a scuola.

Centinaia di audio educativi gratuiti (inserito il 13/12/2006)

How people learn: Brain, Mind, Experience and School (e-book) (inserito il 13/12/2006)
Notice and Title Committee Acknowledgments Executive Summary Part I Introduction 1 Learning: From Speculation to Science Part II Learners and Learning 2 How Experts Differ from Novices 3 Learning and Transfer

Non sappiamo più ascoltare (inserito il 6/12/2006) di Intervista di Ivan Illich a Mauro Suttora
Nell’autunno del 1998 Illich era a Città di Castello, vicino a Perugia, alla Fiera delle utopie concrete, un appuntamento organizzato da Karl-Ludwig Schibel. Il tema dell’incontro era L’udito e l’ascolto. In quell’occasione lo ha intervistato Mauro Suttora, giornalista. Libertaria propone questo testo inedito perché permette di meglio valutare il percorso intellettuale fatto dal grande filosofo rispetto al seminario di quest’anno a Oakland e riportato nell’articolo precedente «No, per favore, nessuna telecamera. Niente video. Spenga anche quel registratore». E come faccio a intervistarla? Non vuole che le sue parole vengano riportate fedelmente? In questo momento desidero soprattutto che lei mi ascolti. Voglio comunicare direttamente con lei. Senza passare attraverso un magnetofono.

L'innocenza violata (inserito il 6/12/2006) di Vittorio Apolloni
Addì, 26 settembre 2006 Il Centro di Documentazione falsi abusi sui minori, come è noto, si impegna quotidianamente a diffondere via internet notizie e documenti riguardanti il doloroso problema dei falsi abusi o falsi positivi. Un problema che esiste e tocca molte più persone di quanto non si creda. Al ns. staff è parsa una buona iniziativa scegliere un episodio tra i tanti, considerato che ci indigniamo per la formazione del “partito dei pedofili” e non ci accorgiamo che i nostri figli e/o nipoti sono abusati da chi (dalle Istituzioni) dovrebbe difenderli e proteggerli, per richiamare l’attenzione di tutti sugli errori giudiziari a seguito di abusi legalizzati. Se tutti noi saremo uniti potremo prevenire i veri abusi e sconfiggere quelli falsi, allontanando quelle associazioni e organismi che creano psicosi collettive per i loro pregiudizi, stereotipi e interessi, attenendoci scrupolosamente a un protocollo condiviso a livello nazionale (attualmente inesistente) e alla letteratura scientifica maggiormente accreditata.

Group Work in the Classroom: Types of Small Groups (inserito il 6/12/2006)
One way to change the pace in your classroom is to do a small group activity. But what type of small group should you use? It depends on the size of your class, the length of time you have available, the physical features of the classroom, and the nature of the group task. Here are several options you could try. Consult the TRACE Tips Sheet "Group Work in the Classroom: Small-Group Tasks" for task ideas.

E-learning (e-book in italiano) (inserito il 6/12/2006)
Cittadini interessati possono scaricare lintero testo da fondo pagina .pdf 1,38 Mb

Indagine sul disagio giovanile nelle scuole secondarie superiori della Lombardia (inserito il 1/12/2006) di Cristina Margheri
Indice Introduzione Cap. 1 La soddisfazione per la rete relazionale 1.1 Il tempo libero degli studenti Cap. 2 La relazione con gli insegnanti 2.1 Famiglia e scuola: le aspettative degli studenti Cap. 3 La relazione col gruppo dei pari 3.1 Le reazioni agli episodi di bullismo 3.2 Il gruppo di amici e le attività extra-scolastiche Cap. 4 La percezione delle norme 4.1 Le regole a scuola Cap. 5 Motivazioni e sentimenti nell’esperienza scolastica Conclusioni

L'approccio metacognitivo allo sviluppo del potenziale di apprendimento (inserito il 1/12/2006)

Educazione nel mondo (inserito il 29/6/2006)
Fantastico e-book dinamico

Principe (testo intero) (inserito il 29/6/2006) di Niccolò Machiavelli
Dedica NICOLAUS MACLAVELLUS AD MAGNIFICUM LAURENTIUM MEDICEM. [Nicolò Machiavelli al Magnifico Lorenzo de' Medici] Sogliono, el più delle volte, coloro che desiderano acquistare grazia appresso uno Principe, farseli incontro con quelle cose che infra le loro abbino più care, o delle quali vegghino lui più delettarsi; donde si vede molte volte essere loro presentati cavalli, arme, drappi d'oro, prete preziose e simili ornamenti, degni della grandezza di quelli

Processi per imparare a pensare (inserito il 28/6/2006) di Michele De Beni
Saper pensare Siamo tutti convinti che “Pensare” rappresenti la facoltà umana per eccellenza e, come tale, costituisca il patrimonio individuale e sociale più prezioso, da sviluppare e potenziare lungo l’arco di tutta la vita. Saper pensare è importante per operare scelte e prendere decisioni, per risolvere problemi, ma è altrettanto importante a livello di famiglia e di comunità. In realtà, la capacità di pensare potrebbe essere la materia, la disciplina fondamentale da impartire nelle scuole, ma purtroppo oggi l’insegnamento è ancora eccessivamente concentrato sui contenuti da apprendere e poco sui processi

Che cosa è la mafia (inserito il 28/6/2006) di G. Mosca
Mafia: cinese, americana, nera, turca, giapponese, libanese, russa… e soprattutto Cosa Nostra. Non spaghetti, pizza, radio, ma mafia è il vero contributo lessicale dell’Italia del XX secolo alla ridefinizione multimediale della realtà spirituale dell’uomo del duemila. Perché l’universale fortuna del vocabolo? La radice del fenomeno mafioso è nella politica: questa la perentoria, illuminante risposta, già agli inizi del XX secolo, nel sintetico, formidabile scritto Che cosa è la mafia, di Gaetano Mosca, il grande sociologo che, con la dottrina delle élite, ha fondato la scienza politica contemporanea.

Programma (inserito il 28/6/2006)
‘Con il termine <> si intendono tutte quelle skills (abilità, competenze) che è necessario apprendere per mettersi in relazione con gli altri e per affrontare i problemi, le pressioni e gli stress della vita quotidiana. La mancanza di tali skills socio-emotive può causare, in particolare nei giovani, l’instaurarsi di comportamenti negativi e a rischio in risposta agli stress……. Per insegnare ai giovani le Skills for life è necessario introdurre specifici programmi nelle scuole o in altri luoghi deputati all’apprendimento.’ (Bollettino OMS <> n. 1 1992)”

HIV-AIDS Education (inserito il 28/6/2006)
e-book

Autovalutazione delle Competenze interpersonali (inserito il 6/4/2006)
Competenza di ascolto attivo: Capacità di ascoltare e rispondere con calore, sensibilità ed empatìa Eccezionale 100 90 80 70 60 50 40 30 20 10 Bassa Auto - apertura: disponibilità e capacità di discutere apertamente i propri sentimenti con gli altri Eccezionale 100 90 80 70 60 50 40 30 20 10 Bassa Auto-conoscenza: Consapevolezza, illuminazioni personali, comprensione del proprio comportamento Eccezionale 100 90 80 70 60 50 40 30 20 10 Bassa Competenze nel dare restituzioni agli altri: Capacità di dare feed-backs chiari, descrittivi, intuitivi, e d'aiuto Eccezionale 100 90 80 70 60 50 40 30 20 10 Bassa

Letture per la decrescita (inserito il 6/4/2006)
Una vita alla ricerca del prezzo migliore, non tanto per povertà o per risparmiare. Ma per il principio di non farsi "derubare" da chi vuole vendere qualcosa contando sulla ignoranza o manipolando il compratore.

Prometeo versus Orfeo (inserito il 6/4/2006) di Alberto Raviola
Quando si parla di “area del disagio” e cerchiamo definizioni e categorie all’interno delle quali circoscrivere tale ambito, la complessità dei soggetti e delle modalità attraverso le quali si esprimono ci appaiono al limite dell’indecifrabile. Chi sono i “soggetti disagiati” e rispetto a che cosa e a chi ?

Perchè studiare la Pedagogia oggi (inserito il 6/4/2006) di Franco Blezza
Il tema di questa nostra conversazione ha la forma un’affermazione di principio, Essa riguarda la necessità di Pedagogia che si avverte oggi: la necessità di una competenza pedagogica nelle sedi più diverse, e presso i soggetti più diversi, che non si avvertiva alcuni decenni or sono.

Non-violenza e gestione dei conflitti (inserito il 6/4/2006)
Si possono individuare almeno 5 stili di gestione dei conflitti: fuga-evitamento / competizione / adeguamento / compromesso / collaborazione Frequentemente si scopre come la collaborazione sia il metodo più efficace e più capace di dare soddisfazione ai contendenti; alcune volte possono essere utili delle “fughe strategiche”, oppure delle ricerche di compromessi… è importante rilevare comunque che CIASCUNO PUO’ SCEGLIERE LA MODALITA’ DI APPROCCIARSI AD UN CONFLITTO.

Autovalutazione d'Istituto e leadership a più voci - Un confronto europeo (inserito il 21/12/2005)
INDICE Presentazione……………………………………………………………………………………….p. 5 Premessa…………………………………………………………………………………………….p. 7 Programma della giornata ….………………………………………………………………..….…p. 10 Saluto del Segretario dell’AEDE Lombardia:: Prof. Enzo Percesepe ( sintesi)……………….p. 12 Introduzione ai lavori: Prof.ssa Francesca Brotto (sintesi ampia) …………………….……...p. 12

Lo scienziato dilettante (inserito il 21/12/2005)
Microscopio a sfera di vetro In questo articolo parliamo della costruzione di un semplice microscopio la cui ottica è costituita da una sola lente: una piccola sfera di vetro. Nonostante la sua semplicità, questo strumento può ingrandire fino a 300 volte e produce immagini molto nitide

Dal negozio all'ozio, Cultura socialità e tempo libero, ....... (inserito il 12/10/2005)
Gran parte della psicologia moderna è legata al lavoro come paradigma centrale della vita adulta. Molta psicologia dell'evo industriale è stata fondata sulla psicologia del lavoro e sulla psiclogia dell'organizzazione industriale. Cosa succede a livello psicologico in una società nella quale: 1) il tempo libero sta sostituendo il lavoro come paradigma centrale della vita, e 2) il lavoro sta passando dall'industria dei beni materiali a quella dei beni immateriali, cioè il tempo libero sta diventando l'ambito di lavoro più diffuso?

Life Without Principle (inserito il 12/10/2005) di Henry David Thoreau
AT A LYCEUM, not long since, I felt that the lecturer had chosen a theme too foreign to himself, and so failed to interest me as much as he might have done. He described things not in or near to his heart, but toward his extremities and superficies. There was, in this sense, no truly central or centralizing thought in the lecture. I would have had him deal with his privatest experience, as the poet does. The greatest compliment that was ever paid me was when one asked me what I thought, and attended to my answer. I am surprised, as well as delighted, when this happens, it is such a rare use he would make of me, as if he were acquainted with the tool. Commonly, if men want anything of me, it is only to know how many acres I make of their land - since I am a surveyor - or, at most, what trivial news I have burdened myself with. They never will go to law for my meat; they prefer the shell. A man once came a considerable distance to ask me to lecture on Slavery; but on conversing with him, I found that he and his clique expected seven eighths of the lecture to be theirs, and only one eighth mine; so I declined. I take it for granted, when I am invited to lecture anywhere - for I have had a little experience in that business - that there is a desire to hear what I think on some subject, though I may be the greatest fool in the country - and not that I should say pleasant things merely, or such as the audience will assent to; and I resolve, accordingly, that I will give them a strong dose of myself. They have sent for me, and engaged to pay for me, and I am determined that they shall have me, though I bore them beyond all precedent.

Equipe di Distretto di Consulenti per lo Sviluppo Organizzativo (inserito il 10/10/2005) di Richard Schmuck
Ad Eugene, nell'Oregon, un'equipe di consulenti per lo Sviluppo Organizzativo (in inglese O.D.Organizational Development) è presente ed attiva in molte scuole. Ho dato il mio contributo nel creare quel gruppo particolare circa dieci anni fa. Questa struttura formale, all'interno del distretto è composta da insegnanti, consulenti, direttori e personale dell'ufficio di coordinamento; offre consulenze alla pari (o collegiali) su problemi organizzativi. Permettetemi di portare alcuni esempi di un'equipe in azione. Joan, un direttore di scuola superiore, Mike, un consulente di scuola superiore e Lynn, un'insegnante elementare, sono stati membri dell'equipe per 5 anni.

Scheda osservazione e valutazione comportamenti per l'animazione di utenti disabili mentali (inserito il 10/10/2005)
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La scheda va compilata una volta per settimana, sui pazienti prescelti Ogni scheda va compilata individualmente e non confrontandola con quella dell'osservazione precedente Nella scala numerica 0 equivale a MAI...10 equivale a SEMPRE, 10 rappresenta il massimo ideale

Affective computing (inserito il 10/10/2005)
Affective Learning Companion Developing learning experiences that facilitate self-actualization and creativity is among the most important goals of our society in preparation for the future. To facilitate deep understanding—learners must have the opportunity to develop multiple and flexible perspectives. The process of becoming an expert involves failure, understanding failure, and the motivation to move onward. Meta-cognitive awareness and personal strategies can play a role in developing an individual’s ability to persevere through failure and combat other diluting influences. This research develops theory and a new system for using affective sensing and appropriate relational-agent interactions to support learning and meta-cognitive strategies for perseverance through failure. We are investigating, designing, building, and evaluating relational agents that may act as intelligent tutors, virtual peers, or a group of virtual friends to support learning, creativity, playful imagination, motivation, and to pursue the development of meta-cognitive skills that persist beyond interaction with the technology.

Children, media & education in times of a disaster (inserito il 30/6/2005)
The horrible images of death and destruction following the earthquake and tsunami that has devastated tens of thousands of communities in Asia and eastern Africa --and killed more than 140,000 people--are having an impact on America's children as well. Concerned about the emotional well-being of their children, many parents, teachers, grandparents and mentors are looking for advice on how to respond to questions from children about unsettling and upsetting events taking place in Asia .

Rotter's Locus of Control Scale (misura il tuo LoC) (inserito il 30/6/2005)
1. a. Children get into trouble because their patents punish them too much. 1. b. The trouble with most children nowadays is that their parents are too easy with them. 2. a. Many of the unhappy things in people's lives are partly due to bad luck. 2. b. People's misfortunes result from the mistakes they make. 3. a. One of the major reasons why we have wars is because people don't take enough interest in politics. 3. b. There will always be wars, no matter how hard people try to prevent them

Cooperative Learning: Changing Paradigms of College Teaching (inserito il 30/6/2005) di Anita Lie, Ed.D., Petra Christian University Surabaya, Indonesia
The failure of colleges and universities to involve students actively in the learning process has been closely associated with the inability of the students to engage in a continuing acquisition of knowledge and understanding. The continuing acquisition of knowledge requires students to be active participants in a community of learners. Cooperative learning provides the opportunity for students to maximize their own and each other's learning. Carefully structured cooperative learning ensures that students are actively involved in constructing their own knowledge while at the same time encouraging each other to achieve their learning goals.

Le Syndrome de BURN-OUT: étude clinique et implcations en psychopathologie du travail (inserito il 30/6/2005) di CATHERINE FRANCESCHI-CHAIX
Le travail est une loi universelle de l’humanité qui place l’homme dans une certaine ambivalence: travailler est une nécessité ("gagner sa vie"), une source de progrès moral et matériel, mais c’est aussi une souffrance psychique et physique ("se tuer au travail"). Avec l’avènement de la société post-industrielle, le travail s’est vu allégé par les progrès technologiques, surveillé par des lois protectrices, compensé par les vacances et les loisirs (AMIEL,1989)

Immanuel Kant: i concetti di tempo e spazio (inserito il 30/6/2005) di a cura di Diego Fusaro
La distinzione fondamentale tra fenomeni e noumeni , fra conoscenza e pensiero , pone un problema delicato per quanto concerne la conoscenza di sè , la cui soluzione crea numerose difficoltà al kantismo . Nell' Estetica trascendentale vengono esposte in modo assolutamente parallelo due forme pure a priori della sensibilità : Kant non fa altro , apparentemente , che ripetere a proposito del tempo quello che aveva già detto a proposito dello spazio . Tuttavia non é così semplice ed é ora il senso interno ora quello esterno ad avere la meglio . Il primato del tempo consiste nel fatto che , dal momento che tutte le operazioni sono in definitiva operazioni dell' anima , il tempo é la condizione a priori di tutti i fenomeni in generale : ogni oggetto deve essere conosciuto internamente . Nulla sfugge al senso interno . Ma da un altro punto di vista vi é un primato essenziale e notevole del senso esterno

Vernacular Values (inserito il 11/4/2005) di Ivan Illich
Part 1: The Three Dimensions of Social Choice Part 2: The War Against Subsistence Columbus Finds The Nightingale Nebrija Engineers The Artifact: August 18, 1492 Empire Needs "Language" As Consort Castilian Passes Through Its Infancy Language Now Needs Tutors A Loose And Unruly Language

A prescription for burnout (il burnout in sintesi) (inserito il 11/4/2005) di Andreas Gehmeyr
Definition: According to New York psychologist Herbert J. Freudenberger, Ph.D., who coined the term, burned is a state of fatigue or frustration brought about by a devotion to a cause, a way of life, or a relationship that failed to produce the expected reward. Etiology: Burnout is a problem born of good intentions, because it happens when people try to reach unrealistic goals and end up depleting their energy and losing touch with themselves and others.

Ritalin: no grazie! (inserito il 11/4/2005)
Cari Genitori, In questi giorni, diversi organi di informazione hanno riportato la notizia della reintroduzione del RITALIN tra le medicine prescrivibili. Il RITALIN (oggi inserito tra le sostanze classificate come stupefacenti analogamente a cocaina, anfetamina, e barbiturici) servirebbe per "curare" la sindrome da iperattività (ADHD), una patologia che, secondo le statistiche del ministero della Salute, colpirebbe il 4% della popolazione in età pediatrica.

Cooperative Learning in Post Secondary Education (inserito il 11/4/2005)
MATERIALI DI LAVORO PER FORMATORI PROFESSIONISTI Pagine 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Parole chiave della Formazione SPUNTI PER UNA RIFLESSIONE SULL'APPRENDIMENTO Learning theory Group Mandala -Description of a Group Dynamics Exercise

Eleven Principles of Effective Character Education (inserito il 7/4/2005)
Eleven Principles of Effective Character Education There is no single script for effective character education, but there are some important basic principles. The following eleven principles serve as criteria that schools and other groups can use to plan a character education effort. They can be used in conjunction with CEP's Character Education Standards to evaluate available character education programs, books, and curriculum resources. (I Cittadini di PSICOPOLIS possono scaricare l'intero testo da fondo pagina)

Education International - Annual Report 2003 (inserito il 7/4/2005) di Fred Van Leewen
Introduzione Last year, the introduction to the 2002 Annual report ended with the words: “…the external pressures on our profession and our movement will continue to challenge us in the year ahead”. As the events of 2003 unravelled, these words turned out to be all too close to the mark. For even as globalisation became more real to everyone, the global system of peace and security dating back to the Second World War was badly shaken. The United Nations was divided then sidelined over intervention in Iraq, then destabilised by the assassination of dedicated humanitarian staff in Baghdad. The Middle-East peace process fell victim to intractable extremisms and cycles of terrible violence. Global trade talks in Mexico broke down to be replaced by a series of bilateral deals. Global insecurity increased. A new disease, SARS, created economic havoc, while the global epidemic of AIDS/HIV continued to spread.

Freeware di oltre 800 citazioni filosofiche (inserito il 24/1/2005)
Scarica il programma che ti offre centinaia di citazioni filosofiche ricercabili per frase/autore. I motti possono essere cancellati o arricchiti con aggiunte.

Memory and Learning: Myths and Facts (inserito il 24/1/2005)
Myth: It is possible to produce everlasting memories. Even reputable researchers use the term permastore (see: Prof. Harry Bahrick). It is a widely-held belief that it is possible to learn things well enough to protect them permanently from forgetting. Fact: It is possible to learn things well enough to make it nearly impossible to forget them in lifetime. Every long-term memory, depending on its strength, has an expected lifetime. When the memory strength is very high, the expected lifetime may be longer than our own lease on life. However, if we happened to get extra 200 years to live, no memory built in present life would remain safe without repetition

Motivating Students (inserito il 24/1/2005) di Barbara Gros Davis
Some students seem naturally enthusiastic about learning, but many need-or expect-their instructors to inspire, challenge, and stimulate them: "Effective learning in the classroom depends on the teacher's ability ... to maintain the interest that brought students to the course in the first place" (Ericksen, 1978, p. 3). Whatever level of motivation your students bring to the classroom will be transformed, for better or worse, by what happens in that classroom.

A prescription for leading in cynical times (inserito il 24/1/2005)
While there is nothing inherently wrong in a CEO's command to "Just believe me," there may be something horribly wrong with the CEO -for example, a lack of honesty, credibility or even competence. These authors, noted experts who have written several books on leadership, offer a prescription for restoring damaged leaders to health-and for turning cynics into believers.

Use of Teams in Classes (inserito il 24/1/2005) di Jim Morgan
Table of Contents "Use of Teams in Classes" Who and When? Use of Teams Why Use Teams ? What Employers Want: A Summary

Learning to Learn (inserito il 24/1/2005)
"Once neighbour began meeting neighbour, they learned that many answers to their questions were available right there in Ozone. They didn't need experts. They just needed to start talking to each other (Adams 1975)." Why bother? The fact that you are reading this guide shows that you are already pretty good at learning. You have obviously learned to read. During your life you have learnt all manner of things, including expertise in a particular field which brings you to this course

DISCIPLINE parte 1 | parte 2 (inserito il 24/1/2005) di M. Faucault
3. Panopticism The following, according to an order published at the end of the seventeenth century, were the measures to be taken when the plague appeared in a town. First, a strict spatial partitioning: the closing of the town and its outlying districts, a prohibition to leave the town on pain of death, the killing of all stray animals; the division of the town into distinct quarters, each governed by an intendant. Each street is placed under the authority of a syndic, who keeps it under surveillance; if he leaves the street, he will be condemned to death. On the appointed day, everyone is ordered to stay indoors: it is forbidden to leave on pain of death.

Nuovi profili professionali (inserito il 24/1/2005)
Le informazioni che seguono sono tratte da: Isfol Orienta On Line. Si tratta di una sintesi dei profili professionali “nuovi” individuati da ISFOL sulla base delle richieste del mercato effettive. Li pubblichiamo per conoscenza, anche se dobbiamo sottolineare: 1. l'effetto grottesco dell'uso di definizioni in lingua inglese 2. il forte sospetto che si tratti più di scopiazzature dal mondo del lavoro anglosassone, che di effettive esigenze del mercato del lavoro nazionale (quante saranno le imprese che assumono "information brokers"?)

Premiate macellerie (inserito il 21/1/2005)
In April, 2003 an intergenerational team of Niko Matsakis of Boston, MA and Elias Vlanton of Takoma Park, MD created costofwar.com. After maintaining it on their own for the first year, they gave it to the National Priorities Project to contribute to their ongoing educational efforts.

La valutazione (inserito il 9/11/2004) di Margherita Sberna
Quando si parla di valutazione si può dire senza tema di essere smentiti che oggi ogni tempo si è valutato, nonostante i primi tentativi di valutazione sistematica appaiano negli Stati Uniti solo verso l'inizio di questo secolo e trattino essenzialmente della valutazione e della produttività scolastica. Dal 1920 al 1930 si parla di "testing periode": si tratta di un periodo di tempo in cui i ricercatori polarizzano la loro attenzione sul desiderio di sostituire ai metodi soggettivi utilizzati fino ad allora nella scuola, degli strumenti oggettivi tali da consentire anche comparazioni statistiche. E' il momento in cui nascono i primi test standardizzati destinati ad identificare le doti intellettive e le attitudini degli allievi. Si fanno particolari sforzi per determinare la validità, la fedeltà e la sensibilità degli strumenti.Il periodo seguente, intorno agli anni '30 è denominato "evaluation periode" perchè emerge il concetto di valutazione per merito soprattutto di Ralph Tyler, dell'Università dell'Ohio. Si assiste ad un movimento di espansione degli strumenti di misura: ai vecchi strumenti carta-matita, se ne aggiungono altri quali l'intervista, il questionario, la sociometria, l'osservazione dei gruppi.

Psychology Learning and Teaching (inserito il 9/11/2004)
This publication aims to inform and encourage good practice in the teaching and learning of Psychology within Higher Education. It is circulated free to all lecturers in UK HE who wish to receive a copy, and in consequence its content is aimed at the general reader. It will primarily be a publication for practitioners, although naturally we wish to encourage the dialogue between research and practice. We see the journal as complementary to the existing journal of the BPS Division for Teachers and Researchers in Psychology, Psychology Teaching Review.

Le comunita'virtuali di apprendimento  (inserito il 9/11/2004) di Marco Muratore
INDICE PARTE 1: QUADRO TEORICO Capitolo 1: Un approccio all’apprendimento: il costruttivismo sociale Capitolo 2: Un po’ di storia: dalla formazione a distanza all’e-learning Capitolo 3: Le comunità di pratica Capitolo 4: Le comunità virtuali Capitolo 5: Possono esistere comunità di pratica virtuali? Capitolo 6: Le comunità virtuali di apprendimento

Citazioni sull'educazione (inserito il 4/11/2004)
"To me the worst thing seems to be a school principally to work with methods of fear, force and artificial authority. Such treatment destroys the sound sentiments, the sincerity and the self-confidence of pupils and produces a subservient subject." -Albert Einstein "Our whole educational system suffers from this evil. An exaggerated competitive attitude is inculcated into the student, who is trained to worship acquisitive success as a preparation for his future career." -Albert Einstein

Perchè no? Laboratorio di nuove idee (inserito il 4/11/2004)

Esperimenti di didattica della scienza (inserito il 7/10/2004)

Mix it up: educazione alla tolleranza (inserito il 7/10/2004)
The Mix It Up program supports the efforts of students who are willing to take on the challenge of identifying, questioning and crossing social boundaries in their schools and communities. On November 21, 2002, more than 200,000 students across the country took a step toward breaking down those barriers, when they participated in the first Mix It Up at Lunch Day. They sat somewhere new, with someone new in their school cafeterias.

Dossier: Agghiaccianti episodi di falsi abusi (inserito il 7/10/2004) di Vittorio Apolloni
A seguito dei continui e incresciosi episodi di falsi abusi sessuali su minori, si è provveduto a raccogliere una copiosa documentazione di notizie giornalistiche che possono dare la dimensione del fenomeno, dimostrando come sia facile formulare delle ingiuste accuse dovute a semplici rancori, pettegolezzi, dicerie…

Auto-diagnosi burnout (inserito il 7/10/2004) di Da: Mind Tools Corporation
Domande 1 Ti senti scarico di energie fisiche o emotive ? 2 Trovi che sei propenso a pensieri negativi circa il tuo lavoro? 3 Trovi che sei più duro e meno empatico verso persone che forse non lo meritano?

Learning How to Learn:A Model for Learning and Organization Development (inserito il 7/10/2004) di Rhotman Connolly
The Sonoma State University Master’s Program in Organization Development is a two-year cohort model incorporating theory, extensive practice, and intensive personal development to train process consultants. The purpose of this study was to identify the effective characteristics and frameworks of the teaching methods and learning used in the Program and how they could be applied in organization development work. The qualitative study consisted of interviews with many of the current and former faculty, the program director, and 16 graduates of the program including the author. The conclusion included three over-arching themes: 1) Nurturing relationships are the foundation for learning, 2) Modeling is important for personal growth, and 3) Learning how to learn is an essential skill for creating effective, long-lasting change

Stress e Burnout - Un problema crescente per i lavoratori non manuali (inserito il 9/9/2004)
PARTE I Stress e Burnout - Descrizione sommaria e tendenze generali. L’andamento dello stress e del burnout degli anni novanta A cura di Birgitta Rolander ............................................................ 1 Lo stress relativo al lavoro et le sue conseguenze A cura di Marie Åsberg, Åke Nygren e Gunnar Rylander.... 12 Lo stress ed il suo costo – una risposta dell’OIL A cura di Vittorio Di Martino...................................................... 30 Stress e burnout – da un problema globale ad una soluzione globale A cura di Michiel Kompier.............39 La difesa degli interessi dei lavoratori e la nuova autonomia sul lavoro A cura di Wilfried Glissmann.......... 51 Lo stress tra i lavoratori non manuali in Giappone A cura di Tadahisa Oyanagi ................ 67 Stress e burnout – Una prospettiva indiana A cura di Dilip Kumar Palit..........................................................

The educational encyclopedia (inserito il 9/9/2004)
World population and statistical data 2000 world population data sheet contains the latest population estimates, projections, and other key indicators for all geographic entities with populations of 150,000 or more and all members of the United Nations Atomic clock what time is it? City population Countries of the world area, geography, people, government, economy, communications, transportation, climate birth rates, ...

SMALL GROUP COMMUNICATION (inserito il 9/9/2004)
List of Representative Theories Adaptive Structuration Cohesion Constellation Model (Beebe & Masterson) Decision Emergence Theory Decision Mapping (Stephens) Developmental Models

Learning Theory (inserito il 9/9/2004) di Smith M.K.
What is learning? Is it a change in behaviour or understanding? Is it a process? Here we survey some common models. contents: introduction | learning as a product | task-conscious or acquisition learning, and learning-conscious or formalized learning |learning as a process | the behaviourist orientation to learning | the cognitive orientation to learning | the humanistic orientation to learning | the social/situational orientation to learning | further reading | how to cite this article

Appunti per lo sviluppo dell'apprendimento emotivo (inserito il 9/9/2004)
PREMESSA - Emozioni a dimensione infinita: i pensieri seguono la logica, le emozioni seguono la psico-logica. Da Matte Blanco a Goleman, il percorso della doppia elica dell'unità psico-fisico-mentale. "La scissione esistente nell'attuale vita sociale tra idee che hanno autorità scientifica e le emozioni incontrollate che dominano nella pratica, la scissione tra l'affettivo e il cognitivo, è forse una delle principali sorgenti di disadattamento e di intollerabile tensione di cui il mondo soffre". (J. Dewey, 1939)

Prova il questionario sugli stili di apprendimento (inserito il 9/9/2004) di Barbara A. Soloman e Richard M. Feder
Directions Please provide us with your full name. Your name will be printed on the information that is returned to you. Full Name For each of the 44 questions below select either "a" or "b" to indicate your answer. Please choose only one answer for each question. If both "a" and "b" seem to apply to you, choose the one that applies more frequently. When you are finished selecting answers to each question please select the submit button at the end of the form.

Piccola guida per trattare ogni membro del gruppo secondo la sua personalità (inserito il 8/9/2004)
Quello che fa domande Ti vuole mettere in imbarazzo o vuole semplicemente il tuo parere; tenta di far appoggiare da te il suo punto di vista.Gira le sue domande al gruppo. Non risolvere tu i suoi problemi: non prendere partito circa le questioni che ti pone. Il litigioso Ama ferire gli altri oppure ha dei motivi legittimi di lamentarsi.Resta calmo. Digli che tratterai volentieri i suoi problemi privatamente. Trincerati dietro la mancanza di tempo.

Valore e legame sociale (inserito il 8/9/2004) di Guido Contessa
Valore e Valere (significati) Ricchezza:Star bene economicamente/ Avere valore/ Essere benestante Coraggio: Essere valente/Essere valoroso Salute: Star bene in salute/ Provare benessere Riconoscimento: essere valido

scheda per la valutazione del comportamento cooperativo (inserito il 7/7/2004)
Research and Gather Information Does not collect any information that relates to the topic. Collects very little information--some relates to the topic. Collects some basic information--most relates to the topic. Collects a great deal of information--all relates to the topic.

Learning styles and strategies (inserito il 4/6/2004)
Active learners tend to retain and understand information best by doing something active with it--discussing or applying it or explaining it to others. Reflective learners prefer to think about it quietly first. "Let's try it out and see how it works" is an active learner's phrase; "Let's think it through first" is the reflective learner's response. Active learners tend to like group work more than reflective learners, who prefer working alone. Sitting through lectures without getting to do anything physical but take notes is hard for both learning types, but particularly hard for active learners.

Appunti per un manuale di etnopedagogia (inserito il 4/6/2004) di Anselmo Roveda
L'etnopedagogia si pone come sintesi e incontro fra vari saperi delle scienze dell'uomo, specificatamente tra le scienze demo-etno-antropologiche e le scienze dell'educazione. Etnopedagogia da sintesi e incontro si fa strumento interpretativo, specifico e proprio dell'ambito d'indagine: la trasmissione del sapere nelle culture popolari e il processo educativo proprio di ogni cultura. L'etnopedagogia in sede di ricerca studia i fattori educativi propri delle culture tradizionali e popolari, anche nelle società complesse.

The Educative Community: Linking the Community, Education, and Family (inserito il 27/4/2004) di Roger Hiemstra
A great deal has happened since Educative Community was first published in 1972. The "Mott Internship" training program in Flint, Michigan, in which I was privileged to participate, has passed from the scene. However, it left behind a training heritage and developed or contributed to the growth of literally thousands of professional educators, many of whom today hold leadership roles in adult education, community education, and Schools of Education. Many of these people, like me, have had the good fortune of meeting and perhaps working with people like Charles Stewart Mott, Frank Manley, and Howard Yale McClusky. The influence of such leaders, who have in some way affiliated with the Mott model and the community education movement, will be felt in educational efforts throughout the world for many years to come.

Partecipa alla ricerca sullo psicoma (inserito il 27/4/2004)
PARTECIPA ALLA RICERCA SULLO PSICOMA, la sequenza dei mattoni della psiche. Compila il form, invialo e riceverai una sintetica interpretazione del tuo psicoma. (Se vuoi leggere sul tema vai qui oppure

glossario della formazione (inserito il 27/4/2004) di U. Margiotta
A Abilità (Skill) (v.anche qui) Insiemi più o meno ramificati di contenuti di conoscenza, che possono essere sistemi simbolici, corpi di credenze, quadri disciplinari, specifici quadri teorici e/o interpretativi della realtà, dell’esperienza, della condotta. Tali molteplici contenuti di conoscenza sono analizzabili, scomponibili, acquisibili e trasformabili nel tempo. Vedi anche Abilità complesse e Abilità di base [U.M.].

A Learning Tool Book B1. Argomenti di apprendimento in rete (inserito il 30/3/2004) di E. Martinago
Ho iniziato a scrivere questo libro nell’agosto dell´anno scorso, su richiesta di un editore e per delle finalità che incidenti di percorso piuttosto comuni nel settore hanno impedito di conseguire. Sicuramente una delle cause è legata alla mia pigrizia e a un certo puntiglio che hanno ritardato le consegne.

Becoming a Brillant Star (inserito il 30/3/2004) di W. Huitt
There is much discussion in education and psychology about the need to "develop the whole child." But what exactly does that mean? In order to answer that question one needs to have some view of the nature of a human being and the purpose of this life. The concept of "Becoming a Brilliant Star" is designed to address this issue as a guide to developing home- and school-based educational curricula for parents, educators, and others responsible for developing the qualities of children and youth. The basic philosophy stems from dynamical systems theory and the approach has been labeled "holistic formative education" to emphasize the need to focus more on the formative processes in each of the multiple domains of human development.

The seven character traits of successful people (inserito il 29/3/2004) di Chris Widener
1- They are hard working. There is no such thing as easy money. Success takes hard work and people who are willing to do it. 2 - They are honest. Those who are successful long-term are the honest ones. Dishonest people may get the first sale, but honest people will get all the rest!

8 choises you can make to make your life better in the new millennium (inserito il 29/3/2004) di Chris Widener
The direction of our lives is determined by the choices we make every day. They accumulate and add up to our ultimate destiny. Here are the top eight choices to make as we begin a new millennium - choices that will create for you a life of abundance and prosperity in all areas of your life.

10 commandments for Leaders (inserito il 29/3/2004) di Susan Boyd
1. Thou shall review the course description prior to class and make sure thou meets the pre-requisites. Prior to class, review the course description, objectives and topics and see if you have the pre-requisites skills. Talk to others who have attended the course and see how they are using the skills. 2. Thou shall meet with thine manager before and after the course to discuss the training and how it can be applied. Meet with your manager before class to discuss how the course information can be applied to your job needs. Find out your manager's expectations. After the class, discuss the training with your manager and determine what support is needed for you to apply the skills.

Per navigare nel sito della comunità Psicopolis (inserito il 29/3/2004)


Competenze per l'auto formazione (inserito il 29/3/2004) di M.S. Knowle (adattamento di)
Le seguenti sono competenze che gli allievi possono esaminare per determinare il proprio livello. Conoscere simili informazioni è utile per identificare le aree di impegno nello studio e quelle che devono essere migliorate in vari modi. Per ciascuna area è possibile valutare il livello

Accettare la diversità: un manuale interattivo in progress (inserito il 29/3/2004)
Tutte le religioni si chiedono come sia possibile per gli esseri umani di porre fine alla sofferenza (propria e altrui) e le risposte variano a seconda delle diverse concezioni della salvezza, della redenzione, e della liberazione. In generale, le vie indicate per raggiungere la salvezza dell'anima sono tre: • la via degli atti: ciascuna religione prescrive determinati comportamenti ai propri fedeli e pone a essi una serie di divieti e di interdizioni; • la via della fede: alcune religioni insistono sul fatto che, per ottenere la vera salvezza, occorra stabilire con Dio un rapporto di fiducia, di sottomissione, di amore e di devozione;

Il RItalin in Italia (inserito il 29/3/2004) di Luciano Gianazza
Ritalin, il farmaco-droga che a detta della psichiatria dovrebbe curare l'ADHD (un presunto disturbo dell'apprendimento dovuto a iperattività spesso diagnosticato ai bambini), sarà presto rimesso in vendita anche in Italia. Quello che l'impero farmaceutico, tramite i suoi devoti collaboratori, sta preparando in Italia è un attentato alla salute di milioni di bambini al fine di instaurare un mercato da migliaia di miliardi

La gestione non violenta del conflitto (inserito il 19/2/2004) di Lidia Menapace
La guerra è sempre un crimine È possibile una politica di pace? Introdurre una risposta a questa domanda non è possibile se non si ricorda quello che sta succedendo in Libano o in Liberia, o cosa ancora è minaccioso nella ex-Jugoslavia. Sarebbe astratto incominciare a pensare senza fare riferimento a tali realtà, perché questi soli tre nomi significano sostanzialmente che una politica di pace ancora non esiste. Ci sono solo tentativi per sedare i conflitti, per chiudere delle guerre. E tutto questo, che è solo una specie di balbettamento anche se bene intenzionato, significa che nel pensiero politico non c’è ancora una fondazione teorica sufficiente, e non voglio dire adeguata, di una politica della pace.

Psicologia di gruppo (inserito il 19/2/2004) di Guido Contessa
Cap.4. Il gruppo di lavoro. Un’indagine EPOCcondotta in 10 Stati europei, ha interessato 5.800 dirigenti di aziende con almeno 25 dipendenti, nei Paesi più piccoli, e almeno 50 nei Paesi più grandi. Dai risultati si apprende che: l’80% delle imprese ha introdotto una qualche forma di partecipazione nel 50% non è prevista una formazione alla vita relazionale per la partecipazione ai gruppi di lavoro Gli effetti dichiarati della partecipazione diretta sono: una riduzione dei costi (per il 56% delle imprese) un miglioramento della qualità (per il 94%) una riduzione dei tempi di produzione (per il 66%)

Burn-out e scuola (inserito il 19/2/2004) di Fiamma Tinelli
Stressati. Frustrati. E con tanta angoscia addosso da dover ricorrere sempre più spesso all'uso di psicofarmaci. Eccoli, gli insegnanti italiani. Non tutti, certo. Ma sempre di più. Si chiama Burnout Syndrome, all'inglese (burnout: bruciato, scoppiato). È uno stato di grave stress che si manifesta con ansia, depressione, patologie psicosomatiche. Ed è sempre più frequente, dalle materne fino ai licei.

Giochi sociali ed educativi (inserito il 2/2/2004) di Tomaso Marcolla
Satira e Humor on line GIOCHI SOCIALI ED EDUCATIVI Tomaso Marcolla (geniale e pulito nel tratto) NEUROTICA (FAVOLOSO! da vedere assolutamente)

Note sulla riforma della scuola - 1° ciclo (inserito il 2/2/2004) di Aberto Raviola
Nelle pagine seguenti presento alcune riflessioni che mi sono state suscitate dalla lettura del cospicuo documento, e che proseguono le pagine già pubblicate relative alla Scuola dell'Infanzia IL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE (5-13 ANNI) ovvero L'INFANZIA DIMENTICATA Lo schema di DL definisce il primo ciclo d'istruzione articolandolo in scuola primaria e scuola secondaria di primo grado e prevedendone la durata in otto anni. La scuola primaria (i primi 5 anni) è suddivisa in un primo anno, raccordato con la scuola dell'infanzia e in due periodi didattici biennali. La scuola secondaria di primo grado, della durata di tre anni, si articola in un periodo didattico biennale e in un terzo anno che completa il percorso disciplinare ed assicura l'orientamento ed il raccordo con il secondo ciclo (scuola secondaria oppure formazione professionale).

The Suppressed EU Report on Antisemitism (15 Paesi) (inserito il 2/2/2004)
Below is the 'Antisemitism by Country' section of the Report on Antisemitism in Europe - the one that was suppressed and now has been released following a Financial Times exposé. The Report was commission by the European Union's European Monitoring Centre on Racism and Xenophobia (EUMC) and prepared by Centre of Research on Antisemitism at Technical University in Berlin. Elsewhere we have posted the report in full. [1A] However, the section on this page - reporting from 14 countries - includes all the real information. So I would suggest reading it first. That way you will have a sense of what is happening 'on the ground'.

Internet: la vicenda recente (inserito il 29/1/2004)
La fotografia di Internet a fine 2001 mostra un sistema di circa 150 milioni di “nodi” e di 2,5 miliardi di pagine Web, oltre a quasi un miliardo di mailbox elettroniche. Questa gigantesca piattaforma tecnologica e di comunicazione viene usata da circa mezzo miliardo di utenti domestici e dalla maggioranza delle imprese, piccole e grandi, nei paesi industriali. Nel complesso, nei primi 27 paesi industrializzati, secondo un recente sondaggio, condotto nella scorsa primavera dalla Tns (Taylor-Nelsen-Sofres) circa il 30% della popolazione ha almeno un accesso mensile, diretto o indiretto, ai servizi Internet.

Minidizionario informatico per neofiti (inserito il 29/1/2004)
Caro lettore, queste pagine contengono una raccolta di parole e relative definizioni che appartengono al linguaggio di internet e della new economy. Nate da una manciata di decenni, hanno rivoluzionato il nostro modo di vivere e di produrre forgiando neologismi ed espressioni che permeano con notevole frequenza la lingua quotidiana. Hanno esteso, di sicuro, il nostro vocabolario. Li abbiamo raccolti in queste pagine. Sono quei termini e quelle sigle, in italiano ed in inglese, che segnano il linguaggio di chi vive o frequenta o semplicemente curiosa i luoghi di internet e della new economy. L'obiettivo è stato per noi quello di creare uno strumento operativo, un contenitore in cui fissare in modo univoco e preciso il significato delle nuove parole di internet e della nuova economia per usarle in modo altrettanto preciso ed univoco. Lo vogliamo condividere con tutti coloro che abbiano il desiderio o la necessità di consultarlo ed utilizzarlo. Certo è che il glossario è in continua evoluzione... e noi continueremo ad aggiornarlo.

Il caso Carrel in Francia - Il ritorno dell'eugenetica (inserito il 29/1/2004) di Patrick Tort
Il caso Carrel è cominciato quando il Front National ha deciso di scatenare, all'inizio degli anni 90, una campagna che mirava a far apparire il medico francese collaborazionista Alexis Carrel, premio Nobel nel 1912 per i suoi lavori di tecnica chirurgica e autore nel 1935 di un manifesto in favore della soluzione eugenetica dei problemi sociali (L'homme, cet inconnu), come un pensatore degno di figurare nel pantheon degli scienziati umanisti, in quanto "padre dell'ecologia".

L'Istruzione degli adulti e il museo. (inserito il 28/1/2004) di Jutta Thinesse-Demel
"Negli ultimi cinquanta anni il mondo è passato dalla società industriale alla societàdell'informazione. Questo cambiamento, nonostante tutti i suoi vantaggi, ha comportato un aumentodella criminalità, una riduzione della fertilità, una maggiore instabilità nella struttura familiare, uncrollo nella fiducia verso le istituzioni, una diminuzione di fiducia in sé e di sicurezza e il trionfodell'individualismo sulla comunità ". 1-La diffusione del settore dei mass media ha permesso a un maggior numero di persone di avere accesso a più informazioni, ma con l'effetto di un isolamento crescente. Bill Gates ha cambiato il nostro mondo, finanziariamente, politicamente e socialmente. Stiamo evolvendo, trasformandoci da una società di "pianificatori" a una nuova "società a rischio".

Il portafoglio formativo progressivo (inserito il 28/1/2004) di M. Pellerey
Sia in campo scolastico, sia in quello universitario, della formazione professionale e della formazione e aggiornamento del personale docente e dirigente della scuola si va diffondendo sempre più incisivamente una trasformazione di prospettiva, che trova indubbi riscontri in ambito internazionale europeo e nordamericano. La transizione in corso porta a valorizzare come centrale il concetto di competenza rispetto a quelli più consueti e tradizionali di contenuti disciplinari, di materie scolastiche, di discipline di studio, ecc. Parallelamente, emerge la necessità di modificare anche la prospettiva assunta nel contesto della valutazione e della certificazione. Risulta, infatti, ben difficile l'impegno di documentare e certificare le competenze effettivamente acquisite, basandosi solo sui tradizionali modelli di valutazione.

La Sovranità dell‘Individuo - Saggio sulla libertà in America (inserito il 28/1/2004) di Luigi Corvaglia
L'immigration Act del 16 Ottobre 1918 nega agli anarchici l’ingresso negli Stati Uniti. La citazione sopra riportata è significativa per due versi: da un lato rende chiara la preoccupazione delle autorità statunitensi affinché si ponesse un filtro per gli immigrati europei ed ebrei che ne bloccasse appunto quelli in odore di "anarchismo", dall’altro rende evidente la pochezza intellettuale e politica delle stesse autorità che racchiudevano sotto quella generica etichetta idee, esperienze, modi di sentire e pratiche estremamente disparate e sfaccettate. Idee ed esperienze che negli anni cinquanta, in epoca maccarthista, sarebbero state definite "anti-americane

METAFORE E PERCORSI EDUCATIVI (inserito il 27/1/2004)

Documenting Psychiatry - A Human Rights Abuse and Global Failure (inserito il 1/12/2003) di AA.VV
(Deutsch, English, Español, Français, Italiano) Psychiatry Committing Fraud - Betraying Society Psychiatry Betraying & Drugging Children - Harming Lives Psychiatry Destroys Minds - Electroshock Pain and Fraud in the Name of Therapy Psychiatry Manipulating Creativity In the Name of Help Psychiatry Destroying Religion - Creating Evil Psychiatry's Betrayal - Creating Racism Psychiatry Education’s Ruin - Destroying Lives Psychiatry Victimizing The Elderly - Denying Respect Psychiatric Rape - Betraying Women Psychiatry Eradicating Justice - Creating Crime Psychiatry Destroying Morals - Creating Chaos

Psichiatria - il danno come tutela sanitaria (inserito il 1/12/2003) di AA.VV.
Negligenza professionale o violazione del consenso informato? I pericoli degli stimolanti Disturbo intestinale diagnosticato come ADHD L’escalation internazionale della somministrazione di psicofarmaci ai bambini La preoccupazione dei medici per le diagnosi e la somministrazione di psicofarmaci ai bambini

Legge Biagi (inserito il 1/12/2003)
DECRETO LEGISLATIVO 10 settembre 2003, n.276 Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro, di cui alla legge 14 febbraio 2003, n. 30. (GU n. 235 del 9-10-2003- Suppl. Ordinario n.159)

AIDS: errore o soluzione politica? (inserito il 2/11/2003)


Il progetto Winston Smith (freeweb) (inserito il 2/11/2003)


Laboratorio Ricerca Educativa (links) (inserito il 2/11/2003)

Le nuove teorie della mente e le nuove tecnologie (inserito il 2/11/2003)


La più grande raccolta di crnologie del web (inserito il 2/11/2003)


The 2002 Education for All Global Monitoring Report: Is the world on track? (inserito il 30/7/2003)
This report is about opportunities to learn. Its primary purpose is to asses the extent to which the benefits associated with education are being extended to all children, youth and adults around the world and whether the commitments made two years ago in April 2000 at the World Education Forum in Dakar are being met.

Idee Progetto su animali e ed ecologia dell'Arkive Education (inserito il 30/6/2003)
Woodland activities If you go down to the woods today - don't forget it's an ideal place for fieldwork Urban habitats The most common habitat for you to explore Movement Looking at the way animals move, exploring across the curriculum

I diritti naturali dei bambini (inserito il 26/6/2003)
1 IL DIRITTO ALL'OZIO a vivere momenti di tempo non programmato dagli adulti 2 IL DIRITTO A SPORCARSI a giocare con la sabbia, la terra, l'erba, le foglie, l'acqua, i sassi, i rametti

Articoli brevi sui (inserito il 26/6/2003)
addiction ADHD adolescence adoption aggression alternative medicine anxiety attachment autism birth order behavior brain bully child care child development communication

Biografia di Mario Lodi (inserito il 26/6/2003)
ARIO LODI nasce nel 1922 a Piadena (Cremona) e si diploma maestro all'Istituto magistrale di Cremona nel 1940. Da studente si ribella alle manifestazioni per la guerra organizzate dai fascisti: da quel "no" verrà la presa di coscienza che lo porterà poi, dopo la guerra, all'impegno pedagogico per una scuola nuova in una società democratica.

Le reti neurali aiuteranno a spiegare come nasce il pensiero (inserito il 31/3/2003)
Come sono fatte le reti neurali e come mai sono in grado di riconoscere forme come quelle dei caratteri? Le reti neurali sono ispirate al sistema nervoso, nel senso che una rete è un insieme di nodi, di unità che sono simili, in un modello semplificato, alle cellule nervose. Queste unità sono collegate fra loro da connessioni che simulano i collegamenti sinaptici fra neuroni.

Evaluation: Scheda valutazione e comparazione progetti (inserito il 31/3/2003)
Questo strumento e' utilizzabile per valutare un signolo progetto o per comparare diversi progetti fra loro. Puo' essere usato individualmente o in gruppo. Per ciascun progetto presentato cerca di dare una valutazione da 1 (minimo) a 10 (massimo) su ognuna delle variabili elencate di seguito.

Ulisse nella rete della scienza (inserito il 31/3/2003)
Ulisse nella rete della scienza

Links a biografie e fonti dell'Educazione (inserito il 31/3/2003)
Biografia dell'autore Brevi notizie in italiano. Martin Buber Homepage Materiale in inglese sull'autore. L'autore e le sue opere Materiale in inglese sull'autore. Profilo dell'autore Monografia in inglese sull'autore (in formato PDF). La filosofia del dialogo Le sue teorie spiegate attraverso molte citazioni dai suoi testi.

Stimoli sul senso del lavoro sociale nel Terzo Millennio (inserito il 31/3/2003)
-Identificazione: dal lavoro all’attività L’Evo Immateriale non definisce più la persona per il posto che occupa (lavoro) ma per l’attività che svolge, perchè il lavoro diminuisce, la vita si allunga, e la penuria è stata sconfitta. -Tempo Libero e Impegno comunitario come attività identitaria L’identità dei soggetti è costruita sulla tipologia di impegno espressivo nel tempo libero e nella gestione della cittadinanza, perchè l’identità come la comunità sono un costrutto e non un dato.

Riflessioni in Progress (inserito il 31/3/2003) di Mircea Meti
Chi analizza con serenità i fatti politici attuali, senza cadere nelle manipolazioni della dis-informazione, non puo' non rendersi conto del grandioso cumulo di errori in cui incorso Bush dalla sua infausta elezione. Il primo e' stato il disastro dell'11 settembre che, anche laddove fossero fugati i sospetti di una connivenza dell'Amministrazione, è stata una clamorosa prova di inettitudine, delle Forze Armate e dei Servizi di Spionaggio Usa.

Le convenzioni di Ginevra in Italiano (inserito il 31/3/2003)
Offriamo i links agli articoli in italiano degli accordi internazionali siglati a Ginevra nel corso di oltre un secolo. Fa tenerezza vedere lo stile cavalleresco che improntava le prime Convenzioni, rispetto allo stile barbarico odierno. Ma fa scandalo vedere i firmatari di ogni Convenzione che hanno spudoratamente tradito gli impegni presi: la tarda Modernita' si fonda sull'illegalita'!

Qualità nel servizio e competenze degli attori (inserito il 28/2/2003) di Gudio Contessa
Il concetto di Qualità è dilagato dal contesto aziendale come tante rivoluzioni "semantiche" degli ultimi tempi. Le organizzazioni produttive e sociali sono come prima o peggio di prima, ma si beano della parola Qualità e dunque si considerano postmoderne. Chiamare una cosa in modo nuovo sembra dare l'impressione di cambiare la cosa stessa, ed offre nuovi spazi di mercato per esperti, operatori, scrittori.Qualità e valore

Le competenze psicologiche del dirigente: formazione e manutenzione (inserito il 28/2/2003) di Guido Contessa
La gestione per norme e procedure va forse bene per organizzazioni che hanno per oggetto cose, materiali, numeri, certificati; è inutile se non dannosa per musei, ospedali o scuole, che hanno per oggetto persone e idee. Una politica per la formazione del dirigente deve puntare alle capacità di base, all'orientamento, all'aggiornamento e insieme a mantenere una qualificata identità di ruolo.

Time travel (inserito il 1/2/2003)
This web site is devoted to the explanation of why time travel is possible in both a forward and backward direction. We discuss many of the common objections to time travel and we show that these objections are without foundation. We welcome you from all the corners of the world and we hope that you enjoy our web site.

EDUCAZIONE ALLE SCIENZE DELLO SPAZIO (inserito il 1/2/2003) di Nasa
After each listing is a letter designating content usefulness. The designation (P1) is for grades K-3; (P2) grades 4-6; (I) grades 7-8; (H) grades 9-12; (U+) university academia, research, industrial and commercial interests.

IL LAVORO SOCIALE NEL XXI SECOLO (inserito il 17/1/2003) di Guido Contessa

Due esenpi (inserito il 17/1/2003) di don Milano e M.Piccardi
Noi dunque si fa così. Per prima cosa ognuno tiene in tasca un notes. Ogni volta che gli viene in mente un’idea, ne prende appunto. Ogni idea su un foglietto separato e scritto da una parte sola. Un giorno si mettono insieme tutti i foglietti su un grande tavolo. Si passano a uno a uno per scartare i doppioni. Poi

Una vita coi gruppi (inserito il 9/12/2002) di Guido Contessa
La mia esperienza nel campo dei piccoli gruppi è iniziata quando avevo sette anni e giocavo nelle strade del mio quartiere a “I ragazzi della via Pal”, la Bibbia della mia infanzia. Coesione di gruppo, lealtà, senso di appartenenza, sentimento di ostilità verso il nemico esterno, lotte per la leadership sono stati i primi vissuti forti della mia educazione. I valori familiari e sociali erano sullo sfondo come le quinte di un palcoscenico su cui sperimentavo le  più forti emozioni infantili.

Detriti sul Delta (inserito il 27/11/2002) di Ivan Dobre
Lettura, scaricamento gratuito e incontro dibattito faccia a faccia e online del libro di Ivan Dobre (Affresco di fine secolo)

Sei domande per un confronto (inserito il 22/11/2002) di Guido Contessa

Duemilacinquecento generazioni (inserito il 12/11/2002) di Gudo Contessa

L'operatore sociale cortocircuitato (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Chi è l’operatore sociale cortocircuitato? E 1’operatore di un Centro antidroga in superlavoro, sotto pagato, che sente la tentazione di "evadere" come i suoi utenti...

La prevenzione del burn-out (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
La sindrome del burn-out è stata identificata come specifica malattia professionale degli operatori dell’aiuto da C. Maslach nel 1975. In questi venti anni molti ricercatori hanno dato alla sindrome diversi significati che tuttavia possono essere sintetizzati come segue: la burning-out syndrome è un insieme di sintomi che testimoniano la evenienza di una patologia comportamentale a carico di tutte.....

Le relazioni nei gruppi virtuali (inserito il 12/11/2002) di Luca Bacchetta
Questo breve saggio ha lo scopo di illustrare alcuni degli aspetti più rilevanti dei processi di sviluppo delle relazioni nei gruppi virtuali. Ciò viene effettuato prevalentemente attraverso il report di un esperimento sullo sviluppo delle relazioni online effettuato da ARIPS nel novembre ‘98, utilizzando una struttura simile ad un T-Group. Gli esiti dell’esperimento mostrano come....

La teoria del campo (inserito il 12/11/2002)
Siamo debitori a Kurt Lewin di numerose scoperte/proposte relative alla psicologia sociale: la Teoria del Campo, unitamente alle riflessioni epistemologiche, è il suo maggiore contributo nell'area teorica...

Teorie & tecniche di organizz-azione (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
1. TEORIE MOTIVAZIONALI L'importanza degli studi sulle motivazioni al lavoro si giustifica col legame inevitabile fra bisogni dei lavoratori ed organizzazione. Uno dei problemi centrali delle organizzazioni in questo scorcio di secolo è quello di trovare risposte adeguate alle motivazioni delle persone che vi lavorano.

Giochi di simulazione scaricabili (inserito il 12/11/2002)
TO DOWNLOAD A FILE CLICK ON ITS NAME. All files are BinHex4 encoded self expanding archives (.sea) Games & Simulations In comparison to Zero Sum Games which are strictly competative, mixed motive games involve both competition and cooperation. Situations calling for both competive and cooperative strategies are the more prevelent in everday life. The study of basic social processes is thus best approached from the perspective of a mixed motive environment, but a classic example of the zero sum situation is included here for purposes of contrast and comparison.

Parole chiave della formazione (inserito il 12/11/2002)
At one level what a self is seems obvious. But how we experience ourselves and others is culturally bound. Explore some different ideas of selfhood. On this page we look at the individual self; the communal self; the dialogical self; and the post-modern self. We also look at the contribution of some key thinkers like George Herbert Mead.....

Core knowledge del formatore (inserito il 12/11/2002)
Viene definito Core Knowledge il bagaglio centrale, minimo, necessario per esercitare una professione. Questa è fatta anche di etica, esperienza, aggiornamento e riflessione/confronto continui. Tuttavia, il CK è una base per progettare un iter formativo e valutare un candidato. Per la professione del Formatore il CK può essere descritto come segue:......

M.I.A. Movimento per l'innovazione nell'apprendimento (inserito il 12/11/2002) di proposto da E. Spaltro
Stiamo passando attraverso ad una strettoia del percorso per un nuovo apprendimento: a) Lo straordinario veloce sviluppo del benessere in alcune parti del mondo b) L'aumento delle differenze tra gli estremi delle condizioni di vita (i ricchi sempre più ricchi ed i poveri sempre più poveri) c) L'accellerazione spinta della creatività e dell'invenzione della produzione di benessere e di ricchezza e) La crescente

Il laboratorio di dinamiche di gruppo e di comunità (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Gli operatori socioculturali di Massa sono organizzati per gruppi di quartiere ed appartengono all’organizzazione dell’Amministrazione comunale; inoltre essi operano nella scuola, un’altra organizzazione, e per un’utenza di quartiere, cioè di comunità. Le entità gruppo, organizzazione e comunità sono dunque cruciali per ogni operatore sociale, il quale deve conoscerne le dinamiche e imparare a muoversi in esse col massimo di sicurezza.

La Formazione (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
La disciplina che considero la madre naturale della formazione è la psicosociologia. Essa dispone di un robusto corpus teorico circa le dimensioni individuali, quelle gruppali e quelle sistemico-organizzative. Si può avvalere di teorie semantiche le più disparate...

Getting Emotional About E-Learning (inserito il 12/11/2002)
All of us have felt the sting of failure, and the resulting mix of emotions, while learning. While too much emotion can cause us to shut down, too little can mean that we are not being challenged. Most of what is published on the role of emotion in learning is intended to help teachers achieve an ideal balance of learning that is challenging but not too difficult to cause frustration. I want to suggest a different model for a special kind of e-learning—one where all emotion is useful, even if it seems to stop learning in its tracks.

Ambiente e QI- L'intelligenza che cambia (inserito il 12/11/2002)
Un nuovo modello matematico potrebbe spiegare come certi cambiamenti ambientali possono stimolare cambiamenti nel quoziente di intelligenza di una persona.

Cosa è la formazione psicologica (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Tutta la storia della formazione in Italia, che ormai ha quasi 40 anni, è stata attraversata da una ambiguità di fondo. Gli psicologi e gli psicosociologi, fra i pionieri di questa pratica, hanno usato questo termine per indicare quell'insieme di attività, perlopiù d'aula, finalizzate a produrre cambiamenti-apprendimenti nella sfera personale o del comportamento relazionale e organizzativo. Per costoro la formazione "vera" era solo questa, mentre quella relativa ad altri contenuti era solo informazione o addestramento o istruzione

Psicoanalisi della guerra (inserito il 12/11/2002) di Franco Fornari
Cap. 1- Il fenomeno guerra L’opera del sociologo Gaston Bouthoul(1) può essere con­siderata il tentativo più serio finora fatto di impostare i problemi della guerra in modo scientifico. I risultati ai quali la sua indagine è pervenuta, sotto molti aspetti, possono essere utilmente accostati ai dati dell’indagine psicoana­litica.

Per una società trasparente (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Gli ultimi dieci anni di cambiamenti hanno avuto l’effetto della sabbia mossa su un fondale marino. L’acqua azzurra si è intorbidata, gli scogli aguzzi sono scomparsi alla vista, nuotarvici è difficile perché non si riesce ad orientarsi.La società, come il mare, ha perso la sua trasparenza, in parte per l’inquinamento, in parte per i sommovimenti del fondale.Molti sono disperati, altri confusi, alcuni traggono profitto dall’opacità;

Un secolo di interventi militari in USA - da Wounded Knee all'Afghanistan (inserito il 12/11/2002) di Zoltan Grossman
La spesa militare USA (343miliardi di dollari nel 2000) è del 69 % maggiore di quella delle 5 nazioni più grandi dopo gli USA. La Russia, che ha il secondo maggiore budget militare, spende meno di un sesto degli Stati Uniti. Iraq, Libya, North Korea, Cuba, Sudan, Iran, e Syria spendono 14.4 miliardi di dollari tutte insieme; combined

Le ragioni dell'animazione del XXI secolo (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
L'Animazione, come pratica professionale, sta compiendo 40 anni(1). Cosa giustifica l'esistenza e la sua progressiva, visibile, espansione? La ragion d'essere di una nuova pratica si radica in un bisogno o un desiderio. I soggetti sentono una mancanza, o elaborano un progetto, e, se trovano che l'armamentario delle discipline e delle pratiche esistenti non da risposte, nasce qualcosa di nuovo.

Creatività come strumento (inserito il 12/11/2002) di Margherita Sberna
Il mio primo problema è quello di legare un contributo, un'espressione di tipo teorico a un tema generale che intende occuparsi degli strumenti principali dell'animazione ed è, dunque, un argomento a carattere spiccatamente tecnico.

Lavoro - Lavoro è uno sforzo basato su competenze che richiede un compenso (inserito il 12/11/2002)
Svolgere una professione, o gestire un ruolo sociale e immateriale, è un lavoro. Il concetto di lavoro è associato a quello di fatica, sforzo, energia che viene spesa e deve essere reintegrata attraverso una qualche forma di compenso.

Ideatari- ruolo e competenze dei lavoratori dell'Immateriale (inserito il 12/11/2002)
Gli ideatari sono coloro che possiedono, come unica ricchezza, la capacità di lavorare con le idee del mondo Non possiedono le idee, non possiedono le cose: non hanno altro da perdere che le loro catene

Tecniche di lavoro sociale e teatro. Problemi teorici e metodologici (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Mi propongo di offrire un quadro comparato dei rapporti fra animazione e teatro, e dei diversi modi di usare la rappresentazione in base ai diversi obiettivi sociali. Una delle ingenuità più diffuse fra gli operatori sociali è quella di fare uso di una tecnica, in questo caso quella teatrale, senza distinzioni metodologiche, per ogni obiettivo ed in ogni situazione

Genitori & Internet (inserito il 12/11/2002)
Il nostro intento è quello di mettere in guardia, non di terrorizzare i genitori. A terrorizzarli sui pericoli di Internet ci pensano già, incessantemente, gli altri media di massa. Non c'è giorno infatti che non veniamo informati su un nuovo tipo di utilizzo distorto di Internet: una donna partorisce in Internet, due giovani fanno l'amore per la prima volta in Internet, il piccante rapporto Starr su Bill Clinton si può leggere in Internet

Pensieri sparsi, nel rumore dell'eco di Novi Ligure (inserito il 12/11/2002)
La responsabilità delle scienze sociali è stata quella di consentire, a volte favorire, lo slittamento dalla spiegazione alla giustificazione. Spiegare i motivi di un comportamento, trovarne il filo logico apparentemente invisibile, rintracciarne le condizioni favorenti o gli eventi scatenanti è il compito delle scienze sociali.

In relazione all'ascolto (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Il cerchio del permissivismo repressivo: tutto è concesso, o perché comprabile o perché insignificante > quindi distanza, differenza, digressione sono impossibili > gradi di libertà vicini allo Zero > oscuramento del futuro > presentificazione come fine della Storia

TV spazzatura: quando la TV ammazza l'Educazione (inserito il 12/11/2002)
Chi ha l’occasione di vedere prima del Tgi delle 20, e poi appena dopo Biagi, il programma televisivo di Amadeus, il gioco a premi “Quiz Show”, dovrebbe rimanere sconcertato.

L'animazione e la progettazione nella scuola, nel tempo libero e nel quartiere (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Una delle caratteristiche della nostra società è la compartimentalizzazione. La divisione del lavoro e delle competenze è considerata più efficiente. I singoli operatori sono messi nelle condizioni di lavorare settorialmente, mentre il coordinamento (la sintesi) è avocato dall’Ente politico, cioè da quello che dovrebbe essere il " potere ".

Ricordando Maria Montessori (inserito il 12/11/2002) di Don Luigi Sturzo
1907: ero da due anni sindaco di Caltagirone. La scuola mi interessava più di ogni altro ramo dell’amministrazione: non invano avevo insegnato per dodici anni al seminario vescovile, ed avevo già fatto le prime battaglie per la libertà della scuola.

L'accordo di programma per le scuole autonome (inserito il 12/11/2002)
La legge n: 142/90, all’art. 27, individua nell’accordo di programma una forma associativa e di cooperazione fra comuni, provincie, regioni, amministrazioni statali ed altri soggetti pubblici per razionalizzare risorse e stimolare ogni efficace collaborazione fra soggetti istituzionali e sociali

L'innovazione possibile (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
L’intervento descritto in questa relazione è stato richiesto dall’ispettorato Scuole Materne in lingua Italiana di Bolzano. L’ispettorato aveva organizzato, nell’estate ‘78, quattro seminari residenziali della durata di una settimana ciascuno. I seminari videro la partecipazione di circa trenta persone ciascuno, avvicinando nel complesso il 25% del totale degli operatori delle scuole materne italiane di Bolzano

L'intelligenza emotiva (inserito il 12/11/2002) di D. Goleman
Il fatto che un bambino sia più o meno pronto per la scuola dipende dalla più fondamentale di tutte le conoscenze, ossia quella di come imparare. Il rapporto elenca i sette ingredienti fondamentali di questa capacità importantissima – tutti collegati all’intelligenza emotiva

Bisogni, servizi, lavoro psicosociale e Valorizzazione delle Competenze (inserito il 12/11/2002) di Gippo Contardi
L'evidente declino del Welfare State ha fornito agli Enti Pubblici un alibi per disfarsi progressivamente dello scomodo problema dei bisogni immateriali. Questo non sorprende se si considera la natura e la storia degli Enti Pubblici, avvezzi a confrontarsi con mattoni o pandette più che coi Cittadini. E il Welfare è questione di esseri umani, non di norme o piani regolatori e licenze

Giocare in rete: scuola- famiglia- territorio (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Le scuole che spesso si lamentano della incompetenza o latitanza dei genitori circa l’educazione dei figli, non devono dimenticare che i genitori di oggi non sono altro che gli allievi di ieri. Se tutte le accuse mosse dalla scuola alla famiglia sono vere, la scuola deve riconoscere la sua pesante corresponsabilità.

Progetto superbimbo (inserito il 12/11/2002)
Qualche anno fa andavano di moda le banche del seme donato dai premi Nobel: lo usavano donne che sognavano di mettere al mondo figli geniali, ma i risultati sono tuttora incerti. Nel 2001 i giornali fecero da megafono al professor Severino Antinori che annunciava di avere già realizzato cloni umani: ma molti esperti dubitano che ciò sia realmente avvenuto.

Oltre la qualità: appunti in progress - Cosa è e come fare una scuola d'Eccellenza (inserito il 12/11/2002)
Il Progetto Scuola d’Eccellenza è anzitutto un progetto di ricerca e di metodo. Ricerca perché la Scuola d’Eccellenza non è un a-priori ma una meta, un processo, una tensione che deve trovare attuazione caso per caso. Metodo perché i suoi punti fermi non sono contenuti ma modalità di lavoro, condivisa da tre diversi attori: un sistema cliente (la scuola), un sistema consulente (i tecnici) e un contesto (il territorio)

Verso un sistema di valutazione: il progetto VIVES (inserito il 12/11/2002) di Mario Castoldi
Tra le attività valutative condotte dal CEDE negli ultimi anni il progetto VIVES risulta significativo in quanto sposta l’attenzione dalla valutazione degli apprendimenti alla valutazione delle unità scolastiche e del suo personale. Il progetto VIVES riguarda il monitoraggio di scuole dei diversi gradi scolastici selezionate su tutto il territorio nazionale tra quelle che hanno presentato progetti di valutazione della qualità delle prestazioni professionali del personale scolastico.

La ricerca valutativa come sistema di verifica e valutazione di progetti di formazione (inserito il 12/11/2002) di Alberto Raviola
Per comprendere appieno il senso delle operazioni concrete legate all'attività di Verifica, Valutazione e Monitoraggio di Interventi di Formazione appare necessario premettere alcune considerazioni sul concetto di Qualità dei Servizi (sociali, di formazione, scolastici etc.) la cui finalità principale è la crescita personale e professionale dei cittadini che vi accedono.

The nature of Evaluation Part II: Training (inserito il 12/11/2002) di Michael Scriven
An earlier article addressed the role of evaluation, the basic logic, and a description of how the field is structured (Scriven, 1999). This article describes some of the basic logic-of- evaluation skills and some of the basic methodological skills that need to be mastered in order to practice the art and science of evaluation.

Gli alberi di conoscenza (inserito il 12/11/2002) di Giovanni Caldara
Il progetto Les arbres de connaissances nasce da una riflessione che, dalla fine degli anni ottanta, intende individuare e studiare le contraddizioni della società contemporanea: si tratta di osservare che mentre è in atto il processo della sua dissoluzione a opera delle trasformazioni informatiche, non vengono meno le categorie tipiche della società industriale (capitale, lavoro, società rappresentativa).

Gene- culture Coevolution (inserito il 12/11/2002) di Charles Lumsden
Evolving Creative Minds IV Whereas most animal evolution arises from the differential replication of genetic information, human evolution obligatorily involves the differential transmission of both genetic and cultural information. "Cultural information" is a term of convenience, rather than literal descriptive fidelity here;

Le otto intelligenze (inserito il 12/11/2002) di H. Gardner
Bodily Kinesthetic This intelligence accords the ability to engage competently in sports, dancing, work and any area where physical mobility is necessary. Such people also enjoy trekking, swimming, gymnastics, the rough and tumble of play and generally the physical sensation of using their body.

L'era dell'accesso (inserito il 12/11/2002) di J. Rifkin
Attualmente, le aziende giapponesi di elettronica di consumo contano su una vita media del prodotto di tre mesi. Nel 1995, Sony ha presentato sul mercato ben cinquemila nuovi prodotti. La stupefacente proliferazione di beni, con un ciclo di vita ogni volta più breve, ha spinto il vicepresidente di Microslft, NathanMyhrvold, ad affermare : "Non importa quanto buono sia il tuo prodotto: sei solo a diciotto mesi dal fallimento".

Genitori, educazione e comunità (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
La responsabilità delle scienze sociali è stata quella di consentire, a volte favorire, lo slittamento dalla spiegazione alla giustificazione. Spiegare i motivi di un comportamento, trovarne il filo logico apparentemente invisibile, rintracciarne le condizioni favorenti o gli eventi scatenanti è il compito delle scienze sociali. Esse sono nate per spiegare perché gli uomini e le aggregazioni umane si comportano in un modo invece che in un altro.

Anche in Italia c'è chi fa qualcosa (inserito il 12/11/2002) di Francesca Jori
In fondo bastano 135.000 lire, oltretutto spalmate su un'intera esistenza. Fanno 90 caffè, oppure 25 pacchetti di sigarette, oppure sì e no un pieno di benzina. E ne vale la pena, visto che con quell'inezia riuscireste a salvare il mondo. Per davvero, mica per scherzo: ciascuno di noi, in media, nei Paesi del cosiddetto Primo Mondo, produce ogni giorno 34 chilogrammi di anidride carbonica

Intervista sulla scuola (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
Le scuole italiane hanno, a seguito dei noti interventi legislativi, introdotto delle forme di autonomia organizzativa e didattica. Quali ipotesi potrebbero essere praticabili pensando ad un nuovo disegno organizzativo della “scuola dell’autonomia”; di quali strutture potrebbe dotarsi per migliorare la propria capacità di gestione?

Attività di una Organizzazione che Impara (inserito il 12/11/2002)
. Problem solving sistematico: - pensare attraverso sistemi di teorie - insister sui dati piuttosto che sulle assunzioni - usare strumenti statistici 2. Sperimentazione mediante nuovi approcci: - assicurare la presenza di una solida

Le cinque discipline (inserito il 12/11/2002) di Peter Senge
Il centro del lavoro della Organizzazione che impara è basato su cinque "discipline da imparare"-- programmi di studi e attività che duran tutta la vita:

Come accertarci che stiamo imparando (inserito il 12/11/2002) di Wick, Calhoun e Leon
Come individuo: Cerco intenzionalmente opportunità di apprendimento piuttosto che aspettare di apprenderle Riconosco il potere dell'apprendimento attraverso le esperienze di lavoro

Lettera ai cappellani militari (inserito il 12/11/2002)
Da tempo avrei voluto invitare uno di voi a parlare ai miei ragazzi della vostra vita. Una vita che i ragazzi e io non capiamo. Avremmo però voluto fare uno sforzo per capire e soprattutto domandarvi come avete affrontato alcuni problemi pratici della vita militare. Non ho fatto in tempo a organizzare questo incontro tra voi e la mia scuola.

Lettera ai Giudici (inserito il 12/11/2002)
Signori Giudici, vi metto qui per scritto quello che avrei detto volentieri in aula. Non sarà infatti facile ch'io possa venire a Roma perché sono da tempo malato. Allego un certificato medico e vi prego di procedere in mia assenza.

La scuola che cambia (inserito il 12/11/2002)
Tutte le norme che si stanno via via accumulando per regolamentare il nuovo sistema delle AUTONOMIE SCOLASTICHE sono ispirate alle dieci regole che spieghiamo di seguito. Esse sono dei principi fondamentali cui devono ispirarsi tutte le scuole autonome e, pertanto, per loro diventano dei doveri e, per le famiglie, sono la base per rivendicare il diritto ai servizi educativi per i propri fi

Collezione dei Principi Magistrali dell'Educazione (inserito il 12/11/2002) di Dalai Lama
Istruzioni per la vita del Dalai Lama Ricorda che un grande amore ed un grande successo, richiedono un grande rischio Quando perdi, non perdere la lezione Segui le 3 R: rispetto per te stesso, rispetto per gli altri, responsabilità per ogni tua azione

Le parole chiave dell'Evaluation (inserito il 12/11/2002) di Guido Contessa
CON IL TERMINE EVALUATION INDICHIAMO UN PROCESSO FORMALIZZATO DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL'EFFICIENZA, DELL'EFFICACIA E DELLA SODDISFAZIONE DI UN INTERVENTO, PROGETTO O SERVIZIO.

Suicidio (inserito il 12/11/2002) di APA Monitor
I suicidi negli USA con particolare riferimento al rischio di essere "operatore psy"....

Intelligenza emotiva (inserito il //) di aa.vv.
in inglese

Sussidio per le dinamiche di gruppo (inserito il //)
in inglese

Lo stato dei bambini nel mondo (inserito il //) di UNICEF
in inglese

Creativity in the Classroom (inserito il //) di Alan Jordan Starko

Facilitating Learning in Groups (inserito il //) di David Casey, Paul Roberts, Graeme Salaman
Learn how to take in what is going on, make sense of it and intervene to help the group.

13 Comprehensive Steps to Healing from Burnout and Stress (inserito il //)
Scheda

Idee creative per la formazione (inserito il //) di Robert W. Lucas

PSICOLOGIA POLITICA 2000 - 2010 (inserito il //) di AA.VV.
Materiali scelti per capire il primo decennio del XXI secolo (Selezione dei dieci anni di pubblicazioni sul sito PSIPOL)