Akkademia
Bacheca di Akkademia
Segnala ad amico

Letture per il lavoro sociale
Stimolo estate 2019
Il dibattito sulle opinioni invece che sui fatti di EvaZenith

1. La politica è un confronto fra opinioni
La politica è un confronto fra opinioni, interpretazioni, valori in conflitto fra loro.
E' legittimo che qualcuno sia contro la TAP e qualcuno a favore. I cittadini si aspettano di sentire argomenti pro o contro, invece il dibattito è sulle penali che dovremmo pagare interrompendo la TAP. Esistono queste penali o no? Non si sa.
E' normale che ci siano forze contro e forze a favore di un condono edilizio a Ischia. Il dibattito però non è su questo, ma sul fatto che esista un condono o no. L'opposizione è contro il condono e contro il governo che lo fa. Anche il governo è contro, e dice che infatti non esiste alcun condono. Il dibattito non è sulla bontà del provvedimento, ma sulla sua esistenza.
La prescrizione dei reati è qualcosa che tutti dicono di voler abolire. Metà governo dice di avere approvato la sua abolizione, l'altra metà dice che è stata approvata, ma solo se prima verrà approvata la riforma del codice penale. Insomma, la prescrizione è stata abolita o no? Non si sa.
La stessa situazione riguarda la pace fiscale. Tutti contro il condono, ma l'opposizione accusa il governo di averlo previsto, e il governo lo nega. In conclusione, esiste o no un "regalo" fiscale? Non si sa.

Assistenzialismo: ai cittadini no, all'editoria sì (Eva Zenith)

Gastronomia e professioni sociali (Ektor Georgiakis)
Psicologia del lavoro e alienazione, con breve storia della Psicologia del lavoro (Ektor Georgiakis)
Gli errori della "nuova" educazione (Adamus)
Quando la retorica è un insulto (Ektor Georgiakis)
Sessuofobia puritana, vetero-cattolica e neo-vittoriana - 2 (Eva Zenith)
Le scienze umane e sociali: c'erano una volta...... (Eva Zenith)
Illusioni compensatorie (Vanessa Gucci)
Gli psicologi della domenica (Ektor Georgiakis)
Show business e star system: i nuovi educatori (Eva Zenith)
Bambini educati con la storia del crimine (Ektor Georgiakis)
La beneficenza che uccide il welfare e foraggia il commercio delle armi (Vanessa Gucci)
Dal Welfare al Selfare (Vanessa Gucci)
Terapia e cura: la società malata (Vanessa Gucci)
Educare alla diversità (Adamus)
Scienze e professioni sociali: 150 anni dimenticati (Guglielmo Colombi)
Come si massacra una professione (Eva Zenith)
Brani scelti da René Lourau "Lo stato incosciente", ed. Antistato, 1980
Ktunaxa o bisonte europeo? (Eva Zenith)
Alienazione e inconsapevolezza: Matrix e Tafazzi (Guglielmo Colombi)
Le contraddizioni del pensiero dominante 2 (Ektor Georgiakis)
Le contraddizioni del pensiero dominante (EvaZenith)
Le ultime tavolate: il tramonto della convivialità (G. Colombi)
Colpa, cambiamento, espiazione. La manipolazione in politica (Eva Zenith)
L'Italia e la sindrome di Susac (G.Colombi)
Servizio civile: il lavoro nero legale (M.Meti)
Decalogo del politico e del funzionario del settore sociale (M.Meti)
Le premesse della relazione: apertura, disponibilità, curiosità, pregiudizio positivo (G.Contessa)
La catena delle responsabilità (Eva Zenith)
Le professioni del controllo di qualità nel nuovo Welfare (Adamus)
La pratica dei gruppi verso l’empowerment di comunitÓ (Alberto Raviola)
Divertimento e avventura: nuova concezione dell'esperienza. (Carlo Gerola)
Lettera ai Formatori (Alberto Raviola)

Stimoli di M.Marchetti
Il nuovo mondo smaterializzato (G.Contessa)
Il concetto di meta-comunicazione è noto solo a noi? (Wildwest)
Le politiche dell'immigrazione, ovvero l'inclusione che esclude (M.Meti)
Qualità, merito e demerito (Guglielmo Colombi
)
Merito, equità, qualità (Guglielmo Colombi)
La prevenzione fra repressione e promozione (G.Colombi)

Abbiamo perso il futuro (Eva Zenith)
Riflessioni sul Volontariato (M.Meti)
Del Pedagogista e dell’Università italiana (Franco Blezza)

Educazione e meta-educazione (Adamus)
Il senso del lavoro immateriale (Wildwest)
Operatori dell'aiuto e nuovo colonialismo (Ektor Georgiakis)
Orientamento al Lavoro prossimo futuro (EvaZenith)
I "minatori" del sociale (G.Contessa)
La seconda occasione (M.Sberna)

{tezt}