BACHECA del SENATO MAGISTRALE
Segnala ad amico
Letture per capire dove va il mondo
Stimolo estate 2017
Welfare, beneficienza e volontariato di Adamus

Il welfare può essere considerato la maggiore conquista delle moderne democrazie occidentali avanzate. Il fatto che lo Stato si impegni a fornire a tutti i cittadini che non possono farlo da soli, i servizi necessari ad un livello minimo di esistenza è il più alto livello di civiltà raggiunto dalla società umana in tutta la storia. Prima del welfare, per secoli, tutti i cittadini dovevano cavarsela da soli e semmai sperare nella "carità". Il welfare è stato per la seconda metà del XX secolo, il fattore distintivo dei regimi civili e di quelli barbarici. Usa, Urss e Cina (per citare i casi più vistosi) possono essere considerati regimi semi-barbarici non solo per scarsa attenzione ai diritti civili o la bellicosità, ma anche per la esigua presenza di un welfare nella sanità e nell'assistenza. L'Europa del secondo dopoguerra è stata l'alfiere planetario del Welfare, diventando per questo un faro di civiltà per tutti i popoli. Siamo con fatica usciti dall'elemosina offerta dalle Confraternite, dalle Dame della Carità di San Vincenzo de' Paoli, dall'Esercito della Salvezza perchè avevamo capito che pensioni, casa, sanità, assistenza e istruzione non erano elargizioni dello Stato e dei ceti benestanti, ma diritti dei cittadini.

>>> continua a leggere


Precedenti
Rivoluzione e innamoramento (M.Meti)
Psicosociologia del velo islamico (Guido Contessa)
Psicosociologia dell'immigrazione (Adamus)
Estratti da J.P.Dupuy "Ordini e disordini"
La modernità cronofaga (Ektor Georgiakis)
Vecchi xenofobi e nuovi schiavisti - Non c'è nessun traghetto di linea fra Italia e Africa
(Ektor Georgiakis)
La cultura piccolo borghese dell'impero (Ektor Georgiakis)
Immaterialesimo: un treno perso da 25 anni (Ektor Georgiakis)
"Lo Stato, il democidio, la guerra. Antologia di scritti sulla violenza dei governi" (R. J. Rummel)
La rivoluzione che non ci sarà (Mircea Meti)
Perchè astenersi : indifferenziazione e depotenziamento (Vanessa Gucci)
La terza rivoluzione industriale (Enzo Spaltro)
L'Italia è perduta: prossima tappa, Terzo Mondo (Eva Zenith)
La quarta rivoluzione industriale: l'immaterialesimo e la nuova gerarchìa dei valori (Guido Contessa)
Salute/sicurezza contro libertà (Adamus)
L'inutilità di Keynes nell'Italia odierna (Guglielmo Colombi)
Il mito dello sviluppo infinito e la crisi del capitalismo in Occidente (Ektor Georgiakis)
Il progresso è finito (Eva Zenith)
Se volevamo credere in qualcosa di assoluto, ci tenevamo Dio (Mircea Meti)
La società infantilizzata
(Ektor Georgiakis)
Siamo davvero così sicuri?
(Eva Zenith)
Il nuovo conformismo (Eva Zenith)
Normalità e colpa (Guglielmo Colombi)
L'angoscia dell'uomo post-moderno (Adamus)
Il trionfo della cultura gitana (Eva Zenith)
L'integrazione inter-culturale nella prospettiva psicosociale (Eva Zenith)
L'uomo in cattività (Adamus)
Psicosi di massa e dominio della chimica (Mircea Meti)
La società dell'intermediazione + Esempi di intermediazione (M.Meti)
L'Altro come "prossimo": dalla relazione-legame alla relazione di contiguità (Adamus)
Salute e sicurezza vs. libertà (Mircea Meti)
Crisi, sviluppo e imprenditorialità (Eva Zenith)
La responsabilità che uccide le possibilità (Guglielmo Colombi)
Quando è iniziato a sparire il senso critico? (Comenius)
Il modello delle "Molteplici Versioni" (Comenius)
L'incommensurabile potenza della relazione (Alberto Raviola)
Nuovi stimoli alla Psicologia (Primo)
L'importanza del contesto
Perchè ammettere "buffoni"?
Concetto di Comunità
Verso la costruzione dei principi di Psicopolis
Il regime e la trappola di La Brea (Mircea Meti)
Figure dell'Alterità e formazione di gruppo (Adamus)
Il superamento dell'esercito e della burocrazia (Aldo Capitini)


Senato di PSICOPOLIS Servizi Cittadinanza Pagine