TG5 devastante

Il TG5 di stasera ha raggiunto la vetta dell’idiozia e della disinformazione. Notizia d’apertura: la festa del 4 luglio USA limitata dal Covid. Notizia priva di ogni interesse.
Segue un pistolotto che dichiara che siamo sempre “amici” degli Usa. La notizia? Nessuna.
La chiusura è dedicata ai contagiati e ai morti di Paesi stranieri, senza paragonarli al numero di abitanti…in modo da far apparire che l’Italia non sia il Paese fra quelli con la più alta mortalità da Coronavirus.

Semplicemente vergognoso !!!!

Se non ci fossero i films la TV potrebbe chiudere

IRIS ha mandato “L’altra donna del re ” (2008) con Natalie Portman (stupenda) e Scarlett Johansson (scorfano).
Bel film interessante soprattutto come ripasso storico. Famiglie che vendevano le figlie per arricchirsi. Mariti che vendevano le mogli. Amanti portate in pubblico. Davide e Betsabea replicati come niente fosse. Sorelle a letto con lo stesso uomo. Incesto fra fratelli. E il matto regista di tutto questo che diventa il Papa di una nuova religione chiamata anglicana.

RAIMovie ha offerto”Selma-La strada per la libertà”. Ottimo film che fa ricordare dove erano gli Usa solo 50 anni fa. Martin Luther King, vittorioso, vede il suo sogno realizzarsi e con il seguito di tutta l’Alabama marcia da Selma a Montgomery, nel 1965. Intanto il Vietnam sanguinava e la Contestazione studentesca covava.

RAIMovie ha dato “Lincoln” un capolavoro di Spielberg con un cast stellare, realizzato nel 2012, cioè l’anno prima della nascita del Movimento Black Lives Matters.
dal film si vengono fatte ricordare cose che sapevamo già, ma che non sono nella memoria collettiva.

  1. Mentre noi facevano l’unità d’Italia, gli americani facevano una guerra civile con oltre 600.000 morti
  2. I principali oppositori dell’abolizione della schiavitù erano i democratici (la cosiddetta sinistra)
  3. Sia per il sud che per il nord esistevano reparti di doldati neri, pagati meno e con meno possibilità di carriera dei bianchi
  4. Il sistema della compra-vendita dei voti era in uso fin dagli inizi della democrazia
  5. Il dibattito parlamentare era pieno di insulti reciproci, senza che nessuno piagnucolasse e minacciasse querele

Nessuno sa fare le domande

E’ sconfortante vedere giornalisti che hanno anche studiato, ma non sanno fare una domanda senza 2 minuti di premessa. Nemmeno gli intervistati sanno dare una risposta senza due minuti di premessa, ma almeno loro non sono pagati!
Suggerimento > domanda al Ministro della Giustizia.”perchè ha cambiato idea sulla proposta del DAP a DiMatteo?

Due films molto istruttivi

IRIS ha dato stasera (24 aprile) “L’altra donna del re ” (2008) con Natalie Portman (stupenda) e Scarlett Johansson (scorfano)
Bel film interessante soprattutto come ripasso storico. Famiglie che vendevano le figlie per arricchirsi. Mariti che vendevano le mogli. Amanti portate in pubblico. Davide e Betsabea replicati come niente fosse. Sorelle a letto con lo stesso uomo. Incesto fra fratelli. E il matto regista di tutto questo che diventa il Papa di una nuova religione chiamata anglicana.
Le radici della civiltà europea.

RAIMovie ha dato “Selma-La strada per la libertà“. Ottimo film che fa ricordare dove erano gli Usa solo 50 anni fa. Martin Luther King, vittorioso, vede il suo sogno realizzarsi e con il seguito di tutta l’Alabama marcia da Selma a Montgomery, nel 1965. Intanto il Vietnam sanguinava e la Contestazione studentesca covava. Le radici dell’Impero

TG5 e TG2 da sbellicarsi


Questa sera abbiamo assistito a due spettacoli comici che si ostinano a chiamare telegiornali.

Abbiamo scoperto che esistono gli “incursori della Marina” che, non sapendo cosa altro fare, danno lezioni di ginnastica sul web. D’altronde, sono piuttosto ridotti gli assalti notturni sulle coste algerine o della Corsica da parte della Marina italiana. E in attesa di una bella battaglia navale, qualcosa devono fare!

Emozionante la notizia che il Governo sta preparando il Decreto di aprile, oggi 18 aprile. Per il Decreto di giugno aspetteremo il panettone?

Infine, grande dibattito e scandalo internazionale perchè la Cina ha ritoccato i suoi dati, inizialmente imprecisi. Non un cenno che da settimane in Italia, ma anche altrove in Europa, non abbiamo ancora deciso come contare i morti e i contagiati. “Per” o “con” il Coronavirus? E i morti e gli asintomatici senza tampone? E quelli morti in casa che troveremo solo quando la puzza colpirà tutto il quartiere?